Dalla LIP Rodotà alla costruzione di un movimento per le generazioni Future – Ugo Mattei a Catania

06/10/2020 | 6:30 pm 8:30 pm
Zō Centro Culture Contemporanee, Catania, Italia

Dopo aver depositato in Parlamento le firme raccolte con successo per la LIP (Legge di Iniziativa Popolare) sui beni comuni, poi seguita da altri tre disegni di legge analoghi presentati da diverse parti politiche, il Comitato “Stefano Rodotà” è riuscito nell’intento di aprire un dibattito ampio e approfondito sul tema della difesa e di una migliore tutela giuridica dei beni pubblici e comuni.

Il Comitato ha, quindi, intrapreso la strada di un impegno a 360° sul terreno della salvaguardia e della valorizzazione dei beni, pubblici e privati, funzionali a garantire a tutti i cittadini il godimento di diritti costituzionalmente garantiti, nell’interesse delle generazioni future.

Così sono state intraprese le battaglie per la sanità e la scuola pubblica, il riconoscimento giuridico del “principio di precauzione” nei confronti delle emissioni elettromagnetiche e di qualsiasi prodotto di cui non si abbia certezza d’innocuità, del “cibo bene comune”, della difesa della legalità costituzionale attraverso la costituzione di un apposito Osservatorio formato da eminenti giuristi e numerose altre iniziative.

Questa visione ampia e prospettica richiede, da un lato, l’estensione organizzata del Comitato Rodotà in tutto il territorio nazionale, dall’altro lato la formazione di una vasta “rete delle reti” di partecipazione attiva delle cittadine e dei cittadini nella vita della comunità.
In questo processo si inserisce l’evento programmato per martedì 6 ottobre p. v. (appuntamento alle ore 18,30 presso Zo centro culture contemporanee di Piazzale Rocco Chinnici, accanto al complesso Le Ciminiere, che prevede l’insediamento del Comitato Rodotà interprovinciale Catania-Enna alla presenza del Prof. Ugo Mattei, Presidente del Comitato Rodotà.

Il Prof. Mattei, giurista di fama internazionale, teorico e attivista dei beni comuni, autore di centinaia di pubblicazioni in varie lingue, è docente di Diritto civile all’Università di Torino e di Diritto internazionale e comparato all’Università della California, Hastings, di San Francisco.
Nell’incontro di martedì a Catania egli aprirà il dibattito, aperto alla partecipazione di tutte e tutti gli interessati, illustrando l’impegno del Comitato Rodotà per la costruzione di una nuova cultura giuridica, teorica e pratica, dei beni comuni nell’interesse delle generazioni future, parlando anche della recente raccolta da lui curata degli interventi più significativi di Papa Francesco in campo sociale ed ecologico confluiti nel volume ”La dittatura dell’economia” e della sua ultima pubblicazione dal titolo “Beni Comuni”.

Rispondi

Torna su