Generazioni Future

Rete per i Beni Comuni, la conversione ecologica e le generazioni future

La Rete per i Beni Comuni, la conversione ecologica e le generazioni future

Il progetto di Rete permanente per i beni comuni, la conversione ecologica e le generazioni future muove da una nuova visione che ha per obiettivo una politica sui beni comuni tale da riunire in modo equilibrato diverse dimensioni dell’essere umano: economica, sociale, relazionale, democratica e spirituale.

Il lavoro di costruzione della rete, iniziato nel febbraio 2020, ha portato oltre 20 organizzazioni, provenienti da ambiti culturali profondamente diversi, ma che condividono la necessità di un cambiamento profondo nella gestione dei beni comuni nel nostro Paese, a lavorare insieme per alcuni mesi e a presentare al pubblico, il 4 e 5 ottobre 2020, un Manifesto aperto che ne sintetizza finalità e obiettivi (in allegato e scaricabile qui: http://www.retebenicomuni.org/Manifesto.html).

L’impegno comune, in questa seconda fase, consiste nel creare le condizioni per strutturare la rete: i lavori in corso vedranno il Comitato Promotore (costituito il 15 gennaio 2021) operare per la fase costituente della rete stessa. https://generazionifuture.org/wp-content/uploads/Atto-costitutivo-comitato-promotore-26245.pdf

I passaggi successivi sono quelli della definizione del quadro operativo e finanziario del lavoro di rete, oltre che della sua comunicazione.

L’adesione alla costituenda  Rete e la partecipazione ai lavori hadue diversi livelli di coinvolgimento, non alternativi:

  • la sottoscrizione del Manifesto, con l’obiettivo di una sua definizione finale, rendendosi disponibili a partecipare attivamente alle sessioni plenarie che si tengono ogni due settimane;
  • l’ingresso nel Comitato Promotore (entro il 15 aprile per parteciparvi da protori/fondatori), per condividere la responsabilità di supportare la fase costituente e partecipare anche ai gruppi di lavoro che si occupano di definire i vari aspetti giuridici, operativi e funzionali della rete stessa 

Il piano operativo condiviso dalle associazioni firmatarie ha come obiettivo di definire i principali punti attuativi, con un lancio al pubblico dell’iniziativa entro la prima metà dell’anno.

La sottoscrizione del Manifesto non costituisce obbligo di successiva adesione, e consentirà di contribuire in maniera propositiva al lavoro del Comitato Promotore.

L’ingresso nel Comitato Promotore, in qualità di fondatori/promotori fino al 15 aprile 2021, comporterà la contribuzione ad un fondo comune per sostenere le spese vive di questa fase di costruzione. Il Comitato resterà aperto all’ingresso di nuovi soci, e non costituisce obbligo di partecipazione alla costituzione della futura Rete.

I materiali di Rete e i video dell’annuncio di Messina sono disponibili sul sito e sulla pagina Facebook dedicati 

(entrambi saranno sviluppati come piattaforma nei prossimi mesi):

http://www.retebenicomuni.org/

https://www.facebook.com/Rete-Beni-Comuni-105475114655746/

Il Comitato Rodotà, già tra i promotori della costituenda Rete dei Beni Comuni, con la firma del Manifesto di Messina  si impegna a promuovere e a sostenere questo percorso, e a partecipare attivamente alla fase fondativa della Rete: per i beni comuni, la conversione ecologica, le generazioni future.

Nel 2021 con lo scioglimento del Comitato Rodotà per incorporazione nella Cooperativa, questa subentra nel ruolo precedentemente svolto dal Comitato.

 

Documenti.
Siti internet.
Elenco organizzazioni firmatarie del manifesto.
(al 05/10/2020)
 
  • Alleanza della Generatività,
  • AlterLab,
  • Associazione CommON,
  • Asvis,
  • Comitato Rodotà,
  • Confcooperative-Federsolidarietà,
  • Favara Cultural Park,
  • Fondazione Finanza Etica,
  • Fondazione Horcynus ORCA,
  • Fondazione Riusiamo l’Italia,
  • Forum delle Associazioni Familiari,
  • Forum del Terzo Settore,
  • L’incontro,
  • L’Italia che cambia,
  • Nativa,
  • On! Impresa Sociale,
  • Vita,
  • R&P Legal,
  • Slow Food Italia,
  • Social Innovators Community,
  • Fondazione Symbola

Altre organizzazioni firmatarie (al 03-03-2021)

  • Unione Buddhista Italiana
  • Urban Experience
  • Italia Nostra Messina
  • Fondazione Pistoletto – Città dell’Arte
  • Core Value
  • Cooperativa Eliodoro
  • IUC  Torino (International University College)
  • Music Innovation Hub
  • Associazione Culturale l’Avamposto
  • APIMIC – Ass. PIccole e Medie Imprese Costruzione
  • Arkè
  • Associazione Progetto Brescia Nuova
  • Borgo Slow
  • Actionaid Italia
  • Ultraspazio
  • Fondazione Giulio Einaudi
  • Ciclofficina TR22o
  • Fondazione di partecipazione delle buone pratiche
  • Associazione Spazio Solidale
  • Agenzia Siciliana per il Paesaggio
  • Rete del Dono Società Benefit Srl
  • Pro Loco Acireale
  • Associazione Borghi e Dimore
  • Associazione Nisolò
  • Comitato Promotore della Fondazione Da Vinci
  • Officine condivise APS
  • Badia Lost & Found soc. coop.
  • Cooperativa Sociale Smart ONLUS
  • Decontaminazione Sicilia
  • Comitato d’Amore per Casa Bossi
  • OpenPolis
Notizie.
C’ERA UNA VOLTA UN RE

In principio era l’acqua. Ma poi c’era l’energia. E la privatizzazione di tutti i servizi del regno. E furono le persone che decisero di ricordare al Re che il suo regno, seppur sconfinato, aveva bisogno di fare i conti con i suoi sassi, i suoi alberi, le sue contrade e le sue creature.  E il

Leggi tutto »
La scuola che non c’è
(e che vogliamo)

di Danilo D’Angelo  Chi mi conosce sa che pecco di memoria. Non sono mai riuscito a recitare una poesia o a ricordarmi i numeri telefonici, prima che la vita di tutta l’umanità venisse modificata dall’arrivo dei telefoni cellulari. Incredibilmente, però, so a memoria tutti i testi dei musicisti che apprezzo maggiormente, nonostante siano brani degli

Leggi tutto »
Acqua Bene Comune. Facciamo il punto.

Ai primi di dicembre l’acqua, risorsa naturale preziosissima e imprescindibile, è stata quotata a Wall Street, come si fa con l’oro o il petrolio (peccato che quegli altri beni non si bevano e non siano indispensabili per la sopravvivenza). Secondo uno studio recente montagne e ghiacciai di tutto il mondo non riescono più a immagazzinare

Leggi tutto »
RETE PER I BENI COMUNI, LA CONVERSIONE ECOLOGICA E LE GENERAZIONI FUTURE

Il progetto di Rete permanente per i beni comuni, la conversione ecologica e le generazioni future muove da una nuova visione che ha per obiettivo una politica sui beni comuni tale da riunire in modo equilibrato diverse dimensioni dell’essere umano: economica, sociale, relazionale, democratica e spirituale. Il lavoro di costruzione della rete, iniziato nel febbraio 2020, ha portato

Leggi tutto »
Acqua e finanza, il nuovo business dei falchi di Wall Street

La notizia che l’acqua verrà quotata a Wall Street con dei titoli derivati è rimbalzata sui media internazionali, consentendo di inquadrare la nuova speculazione voluta dalle grandi istituzioni internazionali – Fondo Monetario e Banca Mondiale, con il placet dell’Unione Europea – a scapito delle popolazioni più vulnerabili a livello mondiale. Com’è già accaduto per altri

Leggi tutto »
Eventi.
DELL’OPPORTUNITÀ DI ADERIRE ALL’INIZIATIVA REFERENDARIA

Il presidente di Generazioni Future, Ugo Mattei, si rivolge direttamente agli azionisti per chiedere loro di esprimersi in merito all’adesione della società cooperativa all’iniziativa referendaria in questione. Stiamo inviando una mail ai nostri azionisti perché esprimano la loro preferenza, Ci sarà tempo fino al 20 settembre (controllate nelle vostre caselle di posta, eventualmente anche nelle

Leggi tutto »
COSI È SE CI PARE

El pueblo unido jamàs sarà vencido (…) Egregi Azionisti, da tempo riceviamo richieste volte a ottenere una presa di posizione da parte della Cooperativa, a salire con convinzione nel carro dei pro vax o dei no vax. Avendo rifiutato, sin qui, di concedere il nostro logo per le proteste collettive che in questi giorni si

Leggi tutto »
SI CAELUM DIGITO TETIGERIS. OSSERVAZIONI SULLA LEGITTIMITÀ COSTITUZIONALE DEGLI OBBLIGHI VACCINALI

Il Prof. Mangia, Ordinario di Diritto Costituzionale nell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, si esprime in questo articolo sulla legittimitá costituzionale degli obblighi vaccinali. Lo fa conducendo un ragionamento lucidissimo, qualitativamente molto bene argomentato, offrendo così un contributo davvero significativo e importante al dibattito, non solo giuridico, in materia. Generazioni Future ritiene importante condividere questo

Leggi tutto »
BIODIVERSITA’ E BENI COMUNI – TRAMANDARE-FORUM INTERGENERAZIONALE

ISCRIVITI AL FORUM Tramandare 25 Settembre 2021 ISCRIVITI Loading… GRAZIE! Abbiamo inviato una e-mail di conferma alla tua casella di posta. RICORDA: potresti ricevere le nostre comunicazioni nella casella PROMOZIONI o SPAM, cercaci lì. Grazie ancora. L’ottavo appuntamento 2021 con il Forum intergenerazionale TRAMANDARE si terrà SABATO 25 SETTEMBRE, su piattaforma Zoom, dalle 10 alle 13:

Leggi tutto »
A PROPOSITO DI QUESTO MOMENTO 

del Dott. Riccardo Romano  La questione divisoria della popolazione tra vaccino sì, vaccino no è mal posta. In effetti,  alla base bisogna ricordare a chi lo ha dimenticato o a chi non lo ha mai saputo, che c’è una  posizione netta della cultura mondiale democratica, a partire da quella greca antica, che  poneva un distinguo

Leggi tutto »
Se non ora, quando?

La nostra società cooperativa ha ritenuto di inviare una lettera ai Sindacati, di seguito trovate il testo. Carissimi segretari nazionali di CGIL-CISL -UIL, Sindacato etimologicamente significa “Insieme con giustizia” il che trasmette l’idea di fondo che ha reso le organizzazioni dei lavoratori attori fondamentali del processo di costruzione di una civiltà democratica. Oggi viviamo un

Leggi tutto »
Torna su