MOBILITAZIONE NAZIONALE PER FERMARE IL DDL CONCORRENZA

Care azioniste, cari azionisti,

in vista dell’imminente approvazione del DDL Concorrenza (disegno di legge sulla concorrenza e sul mercato), stiamo organizzando, su tutto il territorio nazionale, una mobilitazione popolare volta a fermare l’ennesima ondata di privatizzazioni di beni comuni fondamentali, che vanno dall’acqua all’energia, dai rifiuti al trasporto pubblico locale, dalla sanità ai servizi sociali e culturali, fino ai porti e alle telecomunicazioni.

Il DDL concorrenza, oltre a contraddire la volontà espressa da più di 27 milioni di italiani che al referendum del 2011 votarono contro la privatizzazione dell’acqua e dei beni comuni, porterà a termine l’annientamento dell’autonomia locale già frantumata dal disegno di legge sull’autonomia regionale differenziata.

L’autonomia locale, promossa dall’art.5 della nostra Costituzione, garantisce l’autodeterminazione di un soggetto collettivo: una comunità che è legata al territorio; al comune spettano tutte le funzioni amministrative che riguardano la popolazione  e il territorio comunale, con particolare attenzione ai servizi della persona e alla comunità, l’utilizzazione del territorio e lo sviluppo economico. 

L’autonomia locale è intrisa dei principi fondamentali della Costituzione; attraverso la vicinanza e la prossimità al territorio e a chi lo abita, l’autonomia locale garantisce diritti quali l’autodeterminazione, il pieno sviluppo della persona, l’eguaglianza sostanziale, la partecipazione (e conseguentemente la democrazia) nonché il loro effettivo godimento. 

In questa ottica chiediamo che vengano gestiti i beni comuni e i servizi pubblici.

Per riuscire a fermare il DDL concorrenza è fondamentale che ognuno di noi faccia la propria parte. 

Come?

Informarsi ed informare è il primo passo.

Vi invitiamo a scaricare il volantino in allegato, che potrete stampare e distribuire o divulgare tramite i vostri canali social.

Inoltre troverete due lettere da portare all’attenzione del vostro sindaco o dei candidati sindaci, qualora siano previste elezioni comunali, affinché possano unirsi alla lista dei comuni virtuosi che insieme ai cittadini dicono NO al DDL concorrenza.

Il 14 Maggio organizzate presidi in piazza davanti al vostro comune per esprimere pacificamente la vostra volontà di cittadini liberi e sovrani. 

Se siete azionisti, provate a sentire il vostro coordinamento territoriale.

PER SCARICARE IL MATERIALE INFORMATIVO CLICCA QUI

Le iniziative in programma

4 commenti su “MOBILITAZIONE NAZIONALE PER FERMARE IL DDL CONCORRENZA”

  1. Buonasera, mi chiamo Laura Roiatti, vorrei sapere come posso esser utile, purtroppo sia il 14 che il 16 lavoro il pomeriggio. Abito nella provincia di Udine.
    Cordialmente Laura Roiatti

  2. Se ci preoccupa il ddl, come possiamo essere sereni di fronte al pnrr?
    Oltre a pagare beni essenziali e primari come l’acqua, che se manca si crea un danno ecologico ed umano enorme. Avremo una sanità tecnologica che il medico ci visiterà al telefono leggendo la nostra cartella sanitaria sul suo computer…Le generazioni future … dobbiamo aiutarle…se possibile

    1. bene, Letizia. Cominciamo con l’avere chiare le idee: pnrr e ddl concorrenza si legano a doppio filo.
      Nella nostra pagina potrà trovare tutte le indicazioni necessarie per colmare quella lacuna dovuta al grave silenzio istituzionale e dei giornali su questo tema.
      Non è che ci deve preoccupare e basta questo DDL..ci deve proprio spaventare!
      Se non si scatta sull’attenti immediatamente, domani potremmo svegliarci troppo tardi e, magari, con una sete incolmabile.
      Buon impegno attivo, quindi!
      Un caro saluto
      Alessandra Camaiani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su