Parte la campagna Cibo Bene Comune

Il “Comitato Rodotà” in partnership con Slow Food Italia, associazione internazionale no profit impegnata a ridare il giusto valore al cibo, nel rispetto di chi produce, in armonia con ambiente ed ecosistemi, grazie ai saperi di cui sono custodi territori e tradizioni locali,  ritenendo fondamentali, nella fase delicata di post emergenza, azioni di sostegno verso le fasce più deboli della popolazione, colpite dalla crisi innescata dal Covid19, predisporrà ed attiverà punti di raccolta e smistamento di generi alimentari, affinché la cittadinanza possa partecipare secondo disponibilità e necessità.

Lo slogan “Il Cibo è un Bene Comune, chi può dona, chi necessita prende, in solidarietà, alla pari” è volto a sensibilizzare sulla possibile declinazione che la visione dei Beni Comuni offre alla costruzione di una nuova prospettiva sociale, politica ed economica.

Chiediamo massima adesione e partecipazione alla Campagna, manifestando la disponibilità ad essere riferimento nel vostro contesto (strada, quartiere, Comune).

L’ adozione delle ceste, la campagna di comunicazione da adottare, le aree geografiche e le tipologie di comunità e centri urbani, i generi alimentari consentiti e le richieste di adesione per la Campagna sono disponibili nel presente articolo. Il Comitato Rodotà fornirà l’adeguato supporto informatico con una mappatura dei siti e dei luoghi di raccolta

Il Comitato Rodotà e Slow Food Italia, in attesa del lancio ufficiale della Campagna Cibo Bene Comune, invitano ad una immediata adesione e divulgazione dell’iniziativa: la scheda di adesione da compilare ed inviare ci consentirà di iniziare a lavorare insieme!

Ringraziandovi tutte e tutti di cuore, buon lavoro comune

Per adesioni e informazioni: cibobenecomune@comitatorodota.org

Responsabili Campagna:
Giampaolo Cavallaro (Comitato Rodotà) 340.5226577
Giuseppe Orefice (Slow Food Italia) 335.8747180

Potete aderire alla campagna dalla pagina Cibo Bene Comune

 

 

Rispondi

Torna su