SUL DOVERE COSTITUZIONALE E COMUNITARIO DI DISAPPLICAZIONE DEL CD DECRETO GREEN PASS

di OSSERVATORIO PER LA LEGALITÀ COSTITUZIONALE

L’Osservatorio permanente per la legalità costituzionale composto da giuristi di formazione e sensibilità diverse, (fra i quali i professori costituzionalisti Alberto Lucarelli, Marina Calamo Specchia i civilisti Ugo Mattei, Piergiuseppe Monateri, Luca Nivarra, l’amministrativista Sergio Foa e l’internazionalista Pasquale de Sena) ha realizzato uno studio sul Green pass, un tema centrale della Democrazia che, a partire dai prossimi giorni, sarà al centro del dibattito parlamentare, ma che già costituisce, anche con toni talvolta settari ed eccessivi, motivo di confronto e scontro nell’opinione pubblica. Si tratta di un tema estremamente complesso, introdotto in Italia con un decreto-legge, che si snoda attraverso il rapporto tra ordinamento europeo ed ordinamento interno, coinvolgendo una pluralità di istituti e principi che sono alla base della nostra forma di Stato e che pongono in delicato e precario equilibrio le garanzie delle libertà fondamentali con i doveri di solidarietà economica e sociale, con immediate ricadute sul principio di eguaglianza.

L’ obiettivo dello studio è di analizzare la natura giuridica del Green pass, la sua capacità d’incidere sulle libertà fondamentali, la sua sostenibilità all’interno del perimetro costituzionale; di contribuire, al di là degli slogans e semplificazioni, al dibattito ed al confronto a livello istituzionale, nella comunità scientifica e tra gli operatoti del diritto. Lo studio, che verrà pubblicato mercoledì su Questione Giustizia decreta l’ illegittimità Costituzionale del Green pass e la sua contrarietà al diritto Europeo ipotizzandone la disapplicazione giudiziaria. Esso sarà fatto pervenire alle più alte cariche dello Stato, a tutti i parlamentari, ai membri della Corte Costituzionale e a tutti i magistrati. 

CLICCA QUI PER LEGGERE IL DOCUMENTO

67 commenti su “SUL DOVERE COSTITUZIONALE E COMUNITARIO DI DISAPPLICAZIONE DEL CD DECRETO GREEN PASS”

  1. Vi ringrazio molto per il contributo scientifico.
    E’ rassicurante sapere che qualcuno ancora si erge a difesa della Costituzione.
    Le perplessità che avete espresso le condivido tutte.
    E’ sufficiente accennare a tali aspetti per essere apostrofato come Novax e complottista (lungi da me esserlo).
    Personalmente ho fatto vaccinare i miei figli con tutti i vaccini obbligatori (e non) disponibili (e non sperimentali).
    Tuttavia per il vaccino contro il Covid19 ho deciso di attendere (in quanto sperimentale e privo di certezze a medio e lungo termine), anche perchè in famiglia abbiamo contratto tutti il Covid19, per cui ritengo ingiusto costringere surrettiziamente al vaccino la intera popolazione e anche irrazionale chi è guarito dalla malattia.
    Grazie ancora.
    Andrea

      1. Dio mio, Tommy! Davvero pensi che il vaccino sia una cura del covid19? Tutti a ironizzare sull’ignoranza dei noVax, ma tu sei caduto nella trappola opposta. Dal Covid19 in tanti si guarisce, e se guarisce non ti fanno più il vaccino, anche se l’hai prenotato, perché non serve più. Inoltre ti viene rilasciato un Green Pass valido 6 mesi come Certificato di guarigione.

    1. questa insistenza sulla questione della sperimentalità è una pericolosa arma a doppio taglio. Quando questo brodino non sarà più sperimentale come difenderemo i nostri figli, piccoli e grandi che siano, dall’obbligo?
      Dovranno vaccinarsi con i rischi connessi per proteggersi da una patologia che, statistiche ufficiali alla mano, di fatto non li riguarda.
      Era il 2015, quando andai alla Asl della mia città a parlare con il responsabile delle vaccinazioni pediatriche per decidere cosa fare per mio figlio. Nel 2015 un medico poteva ancora parlare con un margine di libertà, per quanto minimo, che ora si sogna. Il Dottore mi disse mille cose interessanti. Per esempio che suo figlio non era vaccinato contro la varicella perché è una malattia talmente innocua che il bilancio rischi/benefici non poteva considerarsi favorevole. Discorso simile per altre  esantematiche come parotite o rosolia pericolose in età adulta quando un vaccino fatto a pochi mesi può non dare più copertura immunitaria come invece avviene se la malattia è contratta naturalmente. Sull’epatite B, avendo la suocera affetta, potrei parlare a lungo, ma la risparmio, su questo e su altro. Tutte vaccinazioni che due anni dopo sono diventate obbligatorie (l’epatite già lo era, introdotta da De Lorenzo nel ’92, e anche qui stendo un velo pietoso).
      Se la medicalizzazione pervasiva diventa un mezzo per arrivare al controllo della vita dei cittadini, questo non è iniziato con il coronavirus e nemmeno con la Lorenzini. È un processo che dura da decenni, almeno da quando i farmaci sono stati fatti diventare un prodotto di consumo e di conseguenza il concetto stesso di salute è divenuto consumistico nell’immaginario della massa. Con la pericolosa conseguenza di illudersi che la salute si possa comprare prima e che la si debba ricevere “gratuitamente”dallo stato poi. Il combinato disposto con il ricatto morale basato sulle menzogne che “proteggendoci proteggiamo gli altri” porta al “fascismo sanitario”che si sta palesando. In questa visione distorta la salute è un “bene comune” che si raggiunge attraverso i farmaci e la medicalizzazione della massa. Et voilà, qualsiasi obbligo è giustificato, basta saperlo vendere efficacemente. Il corpo dei cittadini è l’ennesimo confine del consumismo che è stato superato.
      Inoltre questo “marketing” ha creato un vero e proprio “mito del vaccino” che sarebbe SEMPRE efficace, innocuo e soprattutto necessario (purché non sperimentale, certo). Sembra logico pensare che se esiste è perché serve. In pratica se un vaccino esiste il bilancio rischi/benefici non può non essere favorevole e quindi va fatto, indipendentemente dalla condizioni e dal contesto. Che tu viva in una fiorente cittadina delle Alpi svizzere o in un una baraccopoli pachistana con le fogne a cielo aperto, che tu sia giovane o vecchio, che tu appartenga ad una categoria a rischio o meno non cambia nulla. Né si considerano le tue caratteristiche individuali. Vaccinazione di massa e problema risolto! E pace per gli eroici caduti che si sono immolati per la comunità.
      Purtroppo non è così semplice.

      Due interessanti video, lunghi ma di facile fruizione. Il primo è un documento Rai andato in onda quando certi argomenti si potevano ancora discutere.
      Il secondo è dedicato a chi trova inopportuno l’accostamento della situazione attuale al nazismo. Chi parla è un’ebrea vittima delle persecuzioni.

      https://youtu.be/FSLHwhavjuk

      https://youtu.be/kKZmJSPiTyg

      1. Stefano Mastrogiovanni

        Bellissimo commento Marco. Grazie per queste parole che fanno riflettere e che non danno una risposta, ma uno spunto di dibattito.

    2. comunque qui in discussione è il GREEN PASS, non il vaccino. Io sono vaccinato e lo ho. Voi se avete contratto il covid19 lo avete come me e vi viene detto di non fare il vaccino perché non serve. Nel caso dovete farlo al termine del periodo indicato nel vostro Green Pass di 6 mesi. Ciò detto, io sono contrario al Green Pass perché crea confusione come si può evincere dai commenti qui sotto. Si parla di immunizzazione e il vaccino non immunizza nessuno, quindi si creano comportamenti pericolosi come quello suggerito dal Ministro che dice che si può levare la mascherina se tutti vaccinati. Assurdo! Chi si vaccina può contrarre il virus e sopratutto può trasmetterlo

    3. io mi sento fortemente limitata nelle mie libertà perchè non voglio il green pass. Perchè devo sottopormi a un vaccino per il quale ho paura e che non credo? Perchè devo attestare ogni 48 ore di non essere ammalata quando sento che sto bene? Allora, se così dev’essere, dovrei pretendere da tutte le persone con le quali dovrei parlare o comunque aver a che fare, l’esibizione delle analisi del sangue delle ultime ore per avere la garanzia che chi ho davanti non covi una malattia trasmissibile peggiore del covid. Io non ci sto a questa forma di prendere o lasciare applicata alla vita reale, come giustamente l’ha chiamata il dr. Mattei. Chiedo, poi, ma il tampone non è un trattamento sanitario? Se così è allora il green pass impone un trattamento sanitario comunque lo si voglia vedere. Trovo tutto persecutorio ingiustificatamente. Perchè se io ricatto una persona devo andare in galera e se lo fa chi rappresenta un governo no? La legge è uguale per tutti?

  2. Anche io sono stato sottoposto alle vaccinazioni consigliate in passato, salvo quella influenzale che è palesemente inutile, ed ho fatto vaccinare i miei figli senza esitazioni.
    Tuttavia ritengo sperimentale questi vaccini anticovid19, ciascuno tra l’altro diverso dall’altro per un numero imprecisato di scelte, compromessi e condizioni, funzionamento e dettagli tecnici per altro ancora ignoti.

    Non intendo vaccinarmi e non intendo vaccinare i miei figli e in genere i miei cari.
    Da domani sono certo potrò continuare la mia vita anche senza esibire il certificato verde, ma mi batterò per coloro che non godono di questo privilegio e sosterrò in ogni sede chiunque, danneggiato da questa campagna vaccinale, reclami risarcimenti.

    1. Per colpa di persone come lei, che per saccenza, ignoranza e un po’ di sano complottismo non si vaccinano (pur avendo contratto il covid!) probabilmente avremo a breve un’altra ondata di questo terribile virus e saremo costretti a chiudere nuovamente. Persone come lei avranno sulla coscienza i nuovi morti che ci saranno.

      1. Se lei avesse almeno due nozioni di medicina saprebbe che cosa è l’immunità naturale di chi ha contratto la malattia, cosa che noi sanitari normalmente conosciamo.
        Prima di accusare pesantemente le altre persone si informi e si vergogni per i toni che usa e per il basso livello di cultura che dimostra!

      2. Sig Luca , studi un po’ di più.. e scoprirà che in questo momento sono i vaccinati ad ammalarsi .Basta vedere Israele e Inghilterra.

        1. Sig. Luca invece di utilizzare tali toni, si documenti.
          La carica virale dei vaccinati e esattamente come quella dei non vaccinati, come ENTRAMBI possono contrarre il virus e diffonderlo.
          Il fatto di essere vaccinato forse potrebbe preservarla dalla mslattia grave, cosa che attualmente non è confermata da quanto sta succedendo in Israele, Gran Bretagna ed Islanda.
          Cerchi di riflettere di più prima di fare accuse INSENSATE ED IGNORANTI
          Saluti

        2. Chi è guarito dao Covid ha diritto al green pass anche se non è vaccinato, perché è coperto come e forse di più dei vaccinati. Detto ciò, è vero che anche i vaccinati possono essere positivi, anche se difficilmente si ammalano in modo grave. Quanto al discorso di Israele, è ovvio che siano i vaccinati ad ammalarsi: sono praticamente tutti vaccinati. Ma la situazione, proprio perché tutti vaccinati, è sotto controllo

          1. Guardi bene i dati. In Israele la percentuale dei vaccinati contagiati è ben superiore a quella dei vaccinati e quindi il suo ragionamento, corretto se le percentuali fossero simili, non lo è….

        3. Certamente, se sono tutti vaccinati è normale che qualcuno di loro si ammali anche. Come tutti i virologi (ma anche i medici generici) dall’inizio dicono, il vaccino serve a ridurre (non annullare) il rischio di infettarsi e, nel malaugurato caso ciò avvenga, a non finire in rianimazione o in una cassa da morto. Il fatto che il vaccino riduca il rischio di infettarsi (e quindi di infettare gli altri) mi sembra una buona ragione per farlo. Gli argomenti giuridici che sono in questo studio nulla c’entrano (giustamente) con la medicina. Quindi, sarebbe bello che se voleste continuare a commentare lo faceste su questo e non su argomenti medici., che non vi competono, a meno che non siete medici.

      3. i.cnl271270@gmail.com

        Ma su quali fondatezza scientifiche lei sostiene con veemenza questa affermazione????
        Perché al momento non ce ne sono mentre invece ci sono diversi e sempre più numerosi studi che rilevano danni a organi di prima funzionalità, quale il cuore, che a seguito della terapia genetica riportano danni importanti e i paesi in cui il tasso di “vaccinazione” ha raggiunto percentuali molto alte, 70% e 80% , i contagi hanno ripreso a salire in modo esponenziale perché i vaccinati sono contagiosi esattamente come gli asintomatici anche dichiarato dal Fauci

        1. «l’mRNA dei vaccini non entra nel nucleo cellulare né interagisce affatto con il DNA, quindi non costituisce terapia genica».

          Quindi non è terapia genica (e non genetica).
          Meglio parlare di ciò che si conosce, piuttosto che fare i tuttologi

      4. Mogi Vicentini

        Non solo a Luca ma tutti i lettori…. io ho posto un quesito ai miei amici inviando loro un invito ad esaminare questa presentazione e a dirmi se pensano che si tratti di “chiacchiere” (come uno me le ha già bollate) o considerazioni scientificamente critiche (nessuna risposta). E’ in inglese e presuppone un minimo di cultura scientifica, ma soprattutto di apertura mentale. Non l’ho ancora compreso al 100% ma quello che ho capito mi basta e avanza per confermare la mia decisione di non vaccinarmi.
        Segue il contenuto del messaggio e il collegamento alla presentazione.

        Dobbiamo fare alcune premesse che riteniamo abbastanza ben dimostrate da essere incontrovertibili, se non addirittura dichiarate in via ufficiale:

        – Come terapia, già da un anno non c’erano dubbi circa l’efficacia della trasfusione di plasma immune depurato (vedi dott. De Donno), che come l’idrossiclorochina (nel suo piccolo) è una delle possibilità a più riprese sperimentata, ignorata, riammessa e infine boicottata.

        – Il vaccino in sè non elimina fisicamente l’agente patogeno (quale che sia), che rimane quindi in circolazione.

        – Il rischio di mortalità pare ora stimato attorno all’1 per mille, sia per il Cov-19 sia a seguito di inoculazione del vaccino. Ammettendo che sia vero, non riusciamo a vederne un gran vantaggio di tale provvedimento, e a maggior ragione considerando il punto precedente.

        Tra i molteplici interventi critici che si trovano in rete e non in TV, ce ne sono alcuni (non molti) che a me paiono avere tutte le caratteristiche di un ragionamento scientifico. Di seguito ne ho collocato uno di Kaufman che mi ha fatto decisamente pensare ad un caso di completo fraintendimento – o di mistificazione? – dell’intero evento. Mi rimanda anche alla patologia AIDS e associato Hiv, la cui relazione non sembra sia mai stata chiarita fino a oggi. Beninteso sappiamo che queste malattie o sindromi esistono, ma è tutto da vedere che siano imputabili agli agenti indicati. Perciò: scaricate questo video e guardatevelo. E’ in inglese e ho avuto difficoltà a seguirlo, perciò mi farebbe piacere che qualcuno più preparato e volenteroso si prendesse l’impegno di un esame serio e ci dicesse la sua:
        https://mega.nz/file/VkISCLrZ#aDEEBN0U0P9eGMsksy-TdH2dMyy_a–G8JBMrm7pSqo

        Quello che ho afferrato io è più che sufficiente per riconfermare i miei dubbi sull’intera vicenda, il senso della sua gestione, e la nostra decisione di evitare i vaccini.
        Siccome i destinatari di questo video sono potenzialmente numerosi, li preghiamo di rispondere (se vorranno) riguardo alle informazioni presentate qui, astenendosi da osservazioni su libertà e responsabilità delle quali siamo già subissati: se le premesse sono errate, qualunque provvedimento ne segua è infondato, e altrettanto infondato l’accampare obblighi, scuse o diritti. Gradirei tanto un confronto su un piano scientifico e non emozionale.
        Grazie a tutti dell’attenzione.

        Mogi Massimo Vicentini

      5. Angelo Serafini

        La accettazione a priori della balle che ci vengono propinate purtroppo creano convinzioni come la sua , in primis il vaccino non da nessuna garanzia di non contrarre il virus , ho la prova di mio cugino 62 enne vaccinato con doppia dose e attualmente ricoverato e faccio presente che aveva già contratto il virus nel 2020!!! Inoltre cosa ancora più preoccupante le conseguenze di questa vaccinazione di massa sono ancora poco chiare e non è escluso che possa essere altamente pericoloso per la creazione di nuove varianti sempre più aggressive ! Comunque ognuno è giusto che abbia le sue convinzioni per questo bisogna essere liberi almeno nell’ambito della salute , di assumersi ognuno le proprie responsabilità! A livello salute pubblica poi , dubito molto di uno stato che vendendo alcol e tabacco cagiona oltre 200.000 morti all’anno e adesso si erge a Salvatore , il business è lo stesso , i vaccini rendono anche se fanno male o al meglio sono inutili così come le sigarette ! Ma il pressing mediatico ha portato a questa situazione , un anno fa quando si cominciava a parlare di come usare il vaccino si diceva che sarebbe stato utilizzato dagli anziani e fragili , ora siamo ai bambini se non ai poppanti , una vergogna vera e propria !! Ma presto qualcuno aprirà il coperchio su tutta questa storia e ne vedremo delle belle

      6. sono daccordo. tutti a disquisire sul Vaccino “sperimentale” come si parlasse di tattica della nazionale di calcio… tutti studiosi, e poi mangiano tutte le schifezze esistenti, per esempio. la salute è importante e della medicina bisogna fidarsi o si torna all’età della pietra

      7. Fernando Galbiati

        Lei manca di qualsiasi base scientifica per parlare in questo modo, perché posso colmare le sue lacune e giungere ad un giudizio più corretto le invio, ma ovviamente non è l’unica ricerca in proposito, il link hanno uno studio appena pubblicato che le può chiarire le idee su come si manifestano i pericoli e le infezioni da coronavirus. Sorprendentemente scoprirà il problema virale è generato proprio dai vaccinati e se l’ipotesi si avverassero, le conseguenze sono disastrose per la salute pubblica.

        https://www.journalofinfection.com/article/S0163-4453(21)00392-3/fulltext

      8. Fernando Galbiati

        Scusi gli errori, ripeto il testo della risposta:
        Lei manca di qualsiasi base scientifica per parlare in questo modo, perché possa colmare le sue lacune e giungere ad un giudizio più corretto le invio, ma ovviamente non è l’unica ricerca in proposito, il link a uno studio appena pubblicato che le può chiarire le idee su come si manifestano i pericoli e le infezioni da coronavirus. Sorprendentemente scoprirà che il problema virale è generato proprio dai vaccinati e se le ipotesi si avverassero, le conseguenze sarebbero disastrose per la salute pubblica.

        https://www.journalofinfection.com/article/S0163-4453(21)00392-3/fulltext

      9. La malattia, al contrario del vaccino che necessita richiami, crea se non immunità permanente una memoria anticorpale. L’organismo riconoscerà quindi il virus e si attiverà prontamente. Chi studia il sistema immunitario sa che il suo equilibrio può essere facilmente turbato e una delle cause è l’iperimmunizzazione (vaccinarsi quando si hanno già gli anticorpi)

      10. Ma che cazzo scrivi???? Tutti devono denunciare l’atto stesso dell’introduzione del lasciapassare verde e in primis Lei e quelli col suo pensiero.. proprio perchè siete servi di uno Stato VAMPIRO (vedi solo l’IVA) …lo stesso Stato che palesemente NON VUOLE FARVI LAVORARE e che aggraverà tutta la categoria …e a maggior ragione NON DEVI PUNTARE IL DITO su un altro singolo ONESTO E CONTRIBUENTE cittadino… il green pass è ILLEGALE quindi ILLEGITTIMO, punto! Informati meglio! SEI TU LA PECORONA IGNORANTE – ANCHE IL VACCINO CHE è stato pubblicamente dichiarato SPERIMENTALE DOVREBBE FARTI RIFLETTERE ma siccome sei un troglodita senza cervello che a pappagallo scrive e parla su modelli altrui DUBITO CI ARRIVERAI… sei troppo chiuso nella tua presunzione fatta di fumo e materica PAURA… perciò concludo perchè mi fai VOMITARE: la MENTE è COME UN PARACADUTE, FUNZIONA SOLO QUANDO è APERTA. QUINDI NON è DECISAMENTE IL TUO CASO perchè scrivere a Ferruccio (altro esser umano come te ma con altri problemi) ”Persone come lei avranno sulla coscienza i nuovi morti che ci saranno” dopo che lui stesso ha sottolineato: ”mi batterò per coloro che non godono di questo privilegio e sosterrò in ogni sede chiunque danneggiato da questa campagna vaccinale” LUCA, SEI PRORIO UNA PERSONA DI MERDA INUTILE SUL PIANETA QUINDI BEN E GIUSTAMENTE SACRIFICABILE, pace fratello!

      11. @LUCA – Ma che cazzo scrivi???? e quando perderai la tua professione vai in strada e INSULTERAI O PICCHIERAI tutti i liberi pensatori che hanno CAPITO PRIMA DI TE CHE è TUTTO UN COMPLOTTO DI MERDA TRA GOVERNO E SANITà?…E lobby commerciali dato che il settore avrà FORTI RIPERCUSSIONI…… Tutti dovrebbero denunciare l’atto stesso dell’introduzione del lasciapassare verde e in primis Lei e quelli col suo pensiero…… proprio perchè siete servi di uno Stato VAMPIRO (vedi solo l’IVA) …lo stesso Stato che palesemente NON VUOLE FARVI LAVORARE e che aggraverà tutta la categoria …e a maggior ragione NON DEVI PUNTARE IL DITO su un altro singolo ONESTO E CONTRIBUENTE cittadino… il green pass è ILLEGALE quindi ILLEGITTIMO, punto! Informati meglio! SEI TU LA PECORONA IGNORANTE – ANCHE IL VACCINO CHE è stato pubblicamente dichiarato SPERIMENTALE DOVREBBE FARTI RIFLETTERE ma siccome sei un troglodita senza cervello che a pappagallo scrive e parla su modelli altrui DUBITO CI ARRIVERAI… sei troppo chiuso nella tua presunzione fatta di fumo e materica PAURA… perciò concludo perchè mi fai VOMITARE: la MENTE è COME UN PARACADUTE, FUNZIONA SOLO QUANDO è APERTA. QUINDI NON è DECISAMENTE IL TUO CASO perchè scrivere a Ferruccio (altro esser umano come te ma con altri problemi) ”Persone come lei avranno sulla coscienza i nuovi morti che ci saranno” dopo che lui stesso ha sottolineato tra l’altro: ”mi batterò per coloro che non godono di questo privilegio e sosterrò in ogni sede chiunque danneggiato da questa campagna vaccinale” ….ecco, LUCA, mi sento dal cuore di scriverti: SEI PRORIO UNO ZOMBIE DI MERDA INUTILE SUL PIANETA QUINDI BEN E GIUSTAMENTE SACRIFICABILE……..Addio e pace fratello!

      12. Sig. Luca, se lei fosse informato e avesse un po’ di spirito critico si porrebbe alcune domande:
        Perchè se lo scopo del greenpass era far vaccinare tutti questo governo NON HA VOLUTO DISCUTERE una Legge sul vaccino di Stato in Parlamento? Forse perchè la Costituzione prevede un risarcimento in caso di effetti avversi?
        Se è vero che così tanta gente è vaccinata com’è che i contagi sono più alti dello scorso anno nello stesso periodo?
        Come può essere possibile che siano i non vaccinati a distribuire i contagi se, come dicono, sono una minoranza?
        Perchè non è stata data alcuna importanza all’approvazione da parte di Aifa dell’uso degli anticorpi monoclonali come terapia alternativa o alle indicazioni dell’OMS sulla ricerca e uso a scopo preventivo del CBD?
        Nessun governo italiano ha mai avuto a cuore la salute dei cittadini, perchè dovrebbe comportarsi diversamente proprio ora che ci sono ingenti interessi in ballo?
        Usare il proprio spirito critico non rovina il cervello!

    2. Giorgio Origlia

      Si è già qualificato sostenendo che la vaccinazione per l’influenza è palesemente inutile (su quali basi?), non occorre che aggiunga altro

    3. Giorgio Origlia

      A decidere quali vaccini sono sperimentali e quali no ci sono autorità un po’ più informate di lei

      1. i.cnl271270@gmail.com

        Ma le leggete le comunicazioni AIFA e le schede tecniche dei farmaci?? E il percorso sul sito del clinicaltrials.gov dove sono riportate le date di inizio e conclusione della SPERIMENTAZIONE dei 4 farmaci in uso in Europa??
        Ma voi cosa leggete????
        La Repubblica?
        La Stampa?
        Il Giornale?
        Guardate Porta a Porta?
        Stasera Italia?
        LA7???
        SVEGLIA!!!!!!

        1. sono andata sul sito da lei indicato ma non riesco a procedere. Può cortesaemente indicarmi come fare a individuare le informazioni sui cd. vaccini anticovid? Grazie

  3. Non mi sembra un sacrificio e/o una umiliazione vaccinarsi.
    L’ho fatto tranquillamente e resto serena.
    Chi non vuol farlo è padrone del suo medesimo corpo e non penso che il corpo dello Stato ne venga a soffrirne molto. Però altrettanto sono libera di consigliare nel mio piccolissimo di vaccinarsi perché lo trovo un gesto di solidarietà, senza pretendere di avere conoscenze scientifiche che non sono alla portata della mia formazione culturale.

  4. Non è in discussione il vaccino, signora Vesce, non per me. È grave il Greenpass. Un premio a chi è vaccinato, una grave ed incostituzionale limitazione di libertà per chi sceglie medicina alternativa.

    Considerando che non si possono fare tamponi in continuazione, pagando cara una libertà di movimento dovuta, si discriminano i cittadini e si usa il pass come obbligo vaccinale per libertà di movimento. No, questo non va

  5. Mia madre in data 1/4/2021 e’ deceduta dopo inoculazione di Pfizer. Nonostante sia impossibile dimostrare la correlazione con il vaccino pare alquanto strano quanto avvenuto quindi la nostra famiglia non si vaccinera’ almeno fino a quando non verranno resi trasparenti gli effetti avversi che pochi ahimè dichiarano . Anche noi ci siamo sempre vaccinati tutto ma per quanto riguarda questo trattamento sperimentale siamo scettici

  6. Vorrei sottolineare alcune delle “imperfezioni” di questo articolo su cui si basano i concetti di incostituzionalità del vaccino ( lascio perdere il green pass su cui dubbi( direi piu’ politici che costituzionali ) si possono anche avere.
    1) si continua a dire che la vaccinazione obbligatoria sarebbe incostituzionale per il vaccino ancora sperimentale ma il vaccino non e’ per nulla sperimentale ( soprattutto a livello scientifico normativo) avendo passato tutte le fasi che per ogni farmaco sono previsti per essere approvato:
    fase 1, 2 e 3 ( che sono le fasi per l’approvazione che seguono trial clinici be definiti) superate queste fasi il farmaco/vaccino non e’ più sperimentale ma se viene approvato e’ pienamente utilizzabile la fase 4 e’ una fase post marketing ( cosi viene chiamata) che e’ la fase di sorveglianza del farmaco/vaccino su eventuali effetti avversi(conosciuti o no) che si possono avere ma questo vale per qualsiasi farmaco e tutti stanno in questa fase ( ricordo che in linea teorica anche farmaci consolidati da anni possono avere effetti collaterali non previsti quindi la vigilanza e’ sempre presente).
    Quindi quando si parla di vaccini sperimentali si dice una sciocchezza. E se basi una teoria di incostituzionalità su questo la conseguenza la potete trarre voi.
    2) l’ art 16 e 32 della costituzione non prevedono che i vaccini non possono essere obbligatori , di fatto ci sono vaccinazioni obbligatori ( che anche l’articolo riporta) e ci sono illustri costituzionalisti ( vedi Cassese, Flick etc.) che affermano che non e’ anticostituzionale la vaccinazione.
    bhe ci si sarebbero altre punti da discutere ma su uno in particolare sono d’accordo con l’articolo sul fatto che i governi non si prendono la responsabilità di rendere i vaccini obbligatori ( almeno per alcune categorie) in modi da non usare mezzi surrettizi per questo scopo come il green pass. Naturalmente portando così alla responsabilità le case farmaceutiche su eventuali Effetti avversi gravi dei vaccini o di qualsiasi altro farmaco.

    1. Cito dal sito ufficiale dell’Aifa (https://www.aifa.gov.it/sperimentazione-clinica-dei-farmaci):
      … Lo studio di fase 3 serve a determinare quanto è efficace il farmaco, se ha qualche beneficio in più rispetto a farmaci simili già in commercio e qual è il rapporto tra rischio e beneficio. In questo caso i pazienti “arruolati” sono centinaia o migliaia…. La durata della somministrazione del farmaco è variabile a seconda degli obiettivi che la sperimentazione si pone, ma in genere dura mesi. Il periodo di monitoraggio degli effetti del farmaco è invece spesso più lungo, arrivando in qualche caso a 3-5 anni.”
      nel caso dei vaccini covid-19 hanno compresso la fase 3 e infatti Pfizer ha per contratto declinato la responsabilità sugli effetti indesiderati accollandola ai governi.
      mi sa fare qualche altro esempio di casi simili?

    2. 1) il vaccino è nella terza fase di sperimentazione e terminerà la quarta solo nel 2023; per questa ragione è stato autorizzato e non approvato dall’Ema.
      2) la libertà di autodeterminazione può essere limitata dall’esigenza di perseguire l’interesse generale ma SOLO SE l’interesse del singolo non viene sacrificato in modo sproporzionato e irragionevole. L’articolo spiega bene questo passaggio e non capisco come si possa sostenere il contrario invocando un’equivoca interpretazione del dovere di solidarietà.
      3) prima di invocare per i cittadini un dovere di solidarietà inutile, dato che i vaccinati sono contagiosi quanto i non vaccinati, andrebbe invocato il dovere delle istituzioni di rafforzare la sanità territoriale e il supporto ai medici di base. Questi ultimi hanno in molti casi curato pazienti covid con protocolli efficaci e diversi dalla tachipirina e paracetamolo che assicurano l’aggravamento e l’ospedalizzazione.

  7. seplice semplice logica:
    a cosa serve la mascherina, a cosa serve il vaccino ?
    se non si risponde a queste domande oltre che pleonastico si avalla col green pass ciò che serve e niente.
    la mascherina (pur assumendo che le loro mascherine o quelle solo per mascherarsi fossero valide) serve ad evitare il contagio mentre il vaccino serve a immunizzare dal contagio (e così è per chi negli sessanta si vaccinava, dato che il vaccino dura tutta la vita).
    Ovvero se la mascherina serve ad evitare il contagio e il vaccino serve ad immunizzare … perchè in qualsiasi ufficio pubblico o esercizio commerciale pure il vaccinato è obbligato a indossare la mascherina?
    fare uno+uno da risulato 2 (e nessun altro).
    Quindi a cosa serve la mascherina e a cosa serve il vaccino se producono gli stessi obblighi di mascherina per uffici pubblici e commerciali?
    tutti ciechi da non vedere che uno e l’altro servono a niente, che è frutto di propaganda, che è vero e proprio lavaggio del cervello? Da non vedere che una malattia perfettamente curabile è diventato Dogma?

  8. Pingback: SUL DOVERE COSTITUZIONALE E COMUNITARIO DI DISAPPLICAZIONE DEL CD DECRETO GREEN PASS. – Costituzionalisti.it

  9. 1) Il principio di “Fabrizio”
    Ho un amico disabile che ha meno di trent’anni.
    Ho raccontato a lui quanto su “a cosa servono le mascherine e i vaccini” in precedente commento (il cui integrale e altro è scritto in https://www.facebook.com/genge.moscarda.378 sempre se ci riuscite, perché è censurato da FB).
    Pensavo non avesse capito. Invece dopo un attimo di esitazione ha così tradotto:
    «Le persone che conosco e che conoscono me, mi chiedono “Fabrizio tu ti vaccinerai” io rispondo che mi vaccinerò solo quando mi daranno la garanzia che, una volta vaccinato, non dovrò mai più mettere la mascherina». Ovviamente ciò che dice di lui vale per tutti.
    Sarà pure disabile, ma quanta grazia c’è nei Sileni una volta aperti?
    2) per quanto in commento n.1 e sopra, il Green Pass prima che palesemente e oggettivamente incostituzionale è ILLOGICO. La “illogicità” è un principio che invalida qualsiasi norma giuridica e giurisprudenziale (si pensi a una sentenza).
    3) il Green Pass investe ogni aspetto della vita sociale, la sola cosa che per cui non vale è per la televisione di cui il sistema che impone il Green Pass ne è padrone assoluto.
    A mio parere eliminando il calcio e il cinema (che sono pari al “circensem” senza “panem”) quello che rileva è che l’uomo come prima cosa mangia (e per aspetti giovanili o celebrazioni, si pensi a un matrimonio, o ricorrenze varie, vittime ne sono i ristoranti, pizzerie … l’after hours … etc.)*
    Per seconda cosa non sono i “divertimentifici” perché tale Green Pass esorcizza la sua paura della cultura (i teatri, le conferenze – che mai loro faranno o se faranno solo via televisione- le mostre, le biblioteche, i musei … etc. e, perché no, il credo religioso occidentale).
    In proposito chi si ricorda del sacco del museo di Baghdad, e il pianto dei suoi curatori, del 2003; sacco che è emblema di cancellazione di storia comune e riduzione al livello della pietra del popolo iracheno?
    Tutto è funzionale all’affermazione del “mondialismo”, della loro cultura e modelli sociali, del loro neo-paganesimo di cui loro sono, o sperano di diventare, oggetto di culto.
    Mi scuso per la lunghezza e se sbaglio su ILLOGICITÀ mi si corregga.

    * Ciò che era concettuale è stato pure verificato e confermato da gestori: il meccanismo è lo stesso dei supermercati e mascherina, solo che i clienti sono tutti rigorosamente vaccinati (e il gestore informa delle sanzioni cui incorre e chiede collaborazione al cliente di esibire, a domanda, il Green Pass. Per ora solo all’interno del locale perché non serve ai tavoli all’aperto). Ma a differenza dei supermercati, nella permanenza nel locale non è obbligatorio l’uso della mascherina quando si è al tavolo e, con certezza, mentre si mangia.
    Chi impone il Green Pass sa che sarebbe ILLOGICA l’imposizione di mangiare senza levare la mascherina…
    Questa è la sola illogicità riconosciuta dal governo perché sanno -parafrasando “il sig. G.” (Gaber) che dice che simili corbellerie nel medioevo sarebbero state accolte dal popolo con secchiate di merda al potere- che non è possibile alcun lavaggio del cervello per fare accettare un principio che sarebbe epidermicamente riconosciuto come immane stupidità … e chi riconosce potrebbe anche riconoscere la stupidità del Covid.

    1. Informazioni.
      per l’Associazione (anche se, per mero censo, non sono associato), Tutti e S. Rodotà (se fosse ancora vivo… ma le sue idee sono morte?)
      Per completezza di quanto sopra… e scusate la lunghezza.
      Trascrizione: «Il pesce comincia a puzzare dalla testa. È detto in riferimento ai cattivi sovrani, per il contatto dei quali il popolo restante ne resta infettato. Sembra che il proverbio sia stato preso dalle massime in uso fra la gente del popolo». Questo è Erasmo, Adagio n.3197.
      Al tempo in cui fu scritto dagli antichi greci già erano più che noti i metodi di conservazione tramite la salatura (studi archeologici l’hanno documentato la prima volta diecimila anni fa) e se dunque il proverbio è sopravvissuto (e sopravvive) nella memoria popolare è segno del danno che hanno fatto e continuo dei cattivi sovrani. E così é sia per i greci antichi sia per Erasmo perché altrimenti il testo avrebbe contenuto dotte citazioni. (fine trascrizione).
      Perché sia chiara la informazione il pesce è la Repubblica (e sua Costituzione) e se puzza è per prima cosa chi ne è Garante e, quindi, ne è la testa.
      Qui: https://umbvrei.blogspot.com/2016/12/mattarella-e-lintuizione-di-rockefeller.html la “testa del pesce” si inchina alla intuizione di D. Rockefeller (che, poi, con B. Gates e OMS, inventato da Rockefeller, hanno “covato” il Coronavirus).
      Qui: https://umbvrei.blogspot.com/2015/02/lopinione-di-lorenzo-sani-su-mattarella.html ci sono i morti e gli ammalti di Uranio Impoverito al tempio in cui l’attuale “pesce della testa” era il Ministro della difesa con “daccene di più” G. Amato della Corte Costituzionale che applaude a tutto quanto su coronavirus e ora Green Pass.
      Qui, fresco fresco, https://www.youtube.com/watch?v=syh0lnVDPNk&t=4813s il dr. Carlo Palermo parla, da circonstanziato Memoriale di Massone del 33 grado di rito accettato Scozzese del 1953, della prima strage Repubblicana (Portella della ginestra). In sintesi il “bandito” S. Giuliano non era uno sprovveduto “avventuriero” ma apparteneva a famiglia di cui il fratello Giuseppe era massone di “Rosa Croce” e il “bandito” diventerà massone di 33 grado del cit. rito Scozzese. È scritto dal massone del memoriale che la famiglia Giuliani ricevette milioni e milioni di lire da Scelba e implicato ne era pure B. Mattarella il padre dell’attuale “Pesce” (tali cose – pure in Commissione di Indagine parlamentare- furono dette da G. Pisciotta che poi bevve un caffè mortifero) … e conclude che l’attuale “Pesce” fece parte della Commissione Anselmi sulla P2 che, in obbedienza alla massoneria, eclissò un documento che era la Testa internazionale della P2 e di questo Presente.
      Se credete che siano favole ridete. Se credete che sia realtà ascoltatelo e fate un pianto liberatorio come C. Palermo nel finale… e dite come lui (e Falcone e Borsellino) Esistiamo e voi non siete INVINCIBILI.
      B. Livigni (collaboratore di E. Mattei) qui https://www.youtube.com/watch?v=EnK1kZVqOq4 ricostruisce in particolare che dopo aver svenduto alla Goldman Sacks, per poche lire, il patrimonio immobiliare ENI che ammontava a centomila miliardi, l’attuale rider del governo voluto dalla testa del pesce, divenne Presidente della G.S.
      Infine, ma non ultimo: qui https://www.youtube.com/watch?v=roRYab6X3EY la testa del pesce il 12 settembre 2018 (e risparmio come si è arrivati al 12 settembre) dice che “nessun cittadino è al di sopra della legge”. E Conte, Speranza e Draghi non sono pure loro al di sotto della Legge? Quindi essere o sembrare?

      Chi sottrae sovranità (art. 1 Cost. etc.) rende schiavi.

  10. Trovo profondamente ingiusto e discriminatorio il dispositivo del green pass che, come sostengono diversi virologi tra cui Crisanti, non ha alcuna funzione di tutela della salute pubblica, bensì mira a obbligare in modo surrettizio alla vaccinazione. Pena una forte limitazione della vita sociale e culturale, a meno che non si disponga di abbondanti risorse economiche con cui sostenere la spesa per i tamponi antigenici ogni 48 ore. Il governo, in questo modo, scarica la responsabilità sui cittadini e le cittadine.

  11. Ringrazio gli autori per l’analisi.
    Purtroppo manca un desiderio di comprensione del prossimo, condizione che radicalizza le posizioni dei singoli e crea fazioni che omogeinizzano e banalizzano questioni complesse in formule “pro-“ e “no-“
    Rispetto alla forza del dlgs segnalo agli autori il problema scientifico dei numeri. Le dosi di vaccino procacciate per la campagna sono inferiori al numero necessario per immunizzare il presunto quoziente di gregge. Esistono quindi discriminati che non hanno potuto e non voluto vaccinarsi. Chi tutela questa porzione della popolazione o restituisce loro i soldi spesi per fare il tampone?

  12. Pierluigi Scabini

    La disapplicazione di un tale decreto è senz’ altro un impegno civico che una coscienza etica che ama l’anima dell’ essere umano e la sua libertà di espressione, sceglie con “istinto” innato universale d’amore per la libertà senza tempo di tutto e di tutti.

    È in atto una deriva antidemocratica mondiale a mio avviso, e ricordo a tutti noi che i maestri spirituali hanno sempre sostenuto che si da la vita fisica per la libertà e non la libertà per la vita fisica.
    Una vita di 100 anni da “morti nell’ anima” non vale come vissuto, la vita di un minuto nella pienezza della scelta della libertà per tutto e tutti amando incondizionatamente tutto e tutti.

    Pierluigi
    Scabini
    Insegnante matematica
    Via mentana 37
    27057 Voghera
    Pavia

  13. Pierluigi Scabini

    Chiedo scusa per l’indirizzo sbagliato. Ho sbagliato il codice postale.

    Scabini Pierluigi
    Via mentana 37
    27058 Voghera

  14. La malattia, al contrario del vaccino che necessita richiami, crea se non immunità permanente una memoria anticorpale. L’organismo riconoscerà quindi il virus e si attiverà prontamente. Chi studia il sistema immunitario sa che il suo equilibrio può essere facilmente turbato e una delle cause è l’iperimmunizzazione (vaccinarsi quando si hanno già gli anticorpi)

  15. Buongiorno a tutti
    Volevo solo fare un appunto in merito alla sottolineatura di pag 27 che pone il cittadino che si vaccina diligente quindi differenziando colui che non lo fa ma che anzi pare avere un comportamento opportunista perché confida sull’immunità di gregge prodotta dai cittadini diligenti; …..ecco non è proprio così
    Per me il diligente è colui che sottopone alla sua attenzione TUTTO il materiale possibile e reperibili per poter capire che cosa gli viene chiesto di fare e questo perché? Perché il diligente non è necessariamente un obbediente ma anzi è un individuo attento a se e agli altri e alle conseguenze scaturite dalle proprie azioni.
    Vediamo di entrare nel concreto: questa “vaccinazione” è sperimentale e le stesse case farmaceutiche scrivono sulle schede tecniche dei farmaci che non hanno la minima idea di quali possano essere gli effetti avversi a breve e lungo termine, tanto è vero che di tanto in tanto aggiornano le schede aumentando i disturbi post inoculazione.
    Ora: se io non so cosa mi succederà assumendo un determinato farmaco da qui ai prossimi mesi o anni è davvero poco diligente e denota un atteggiamento non attento agli altri se decido ugualmente di sottopormi ad una procedura farmacologica sperimentale perché se svilupperò una patologia questo inevitabilmente ricadrà sulla società, magari non potrò più lavorare, il costo dei farmaci che dovrò assumere sarà importante, la mia famiglia dovrà prendersi cura di me e rallentare o addirittura rinunciare ai propri progetti e questo moltiplicato all’ennesima potenza visti i numeri dei vaccinati
    Ma questo è davvero un modo SANO e DILIGENTE di agire??
    La sperimentazione è una cosa SERISSIMA, non va fatta con le procedure sino ad ora utilizzate e IMPOSTE, è da CRIMINALI utilizzare simili modi e visto che la LEGGE È UGUALE PER TUTTI mi aspetto che questi uomini e donne vengano processati e condannati perché se avessi usato io questi modi sicuramente avrebbero già buttato la chiave

  16. Buongiorno
    Sollevo una mancanza al documento: non vengono in alcun modo menzionate le Terapie utilizzate da moltissimi medici che hanno curato a domicilio i pazienti affetti da COVID con OTTIMI successi e credo che sia opportuno sottolinearne l’esistenza
    In presenza di terapie efficaci davvero non si capisce l’incaponirsi ad utilizzare una vaccinazione sperimentale che si utilizza su soggetti SANI mentre le terapie si usano quando si è malati e va da sé che il Green pass all’italiana è stato concepito con l’intenzione di spingere alla vaccinazione i recalcitranti attraverso i ricatti o meglio ESTORSIONI
    Inoltre vorrei ricordare che il protocollo inviato al Ministero della Salute dai medici di Cure Domiciliari è stato portato in Consiglio di Stato e rigettato…
    Ma come???? C’è chi riesce a curare con successo i pazienti affetti da COVID e il m.della s. boccia le cure e mantiene Tachipirina e vigile attesa?????
    E il Green pass si basa su quale sicurezza???
    Nessuna, nessuna sicurezza scientifica tanto meno sanitaria

    1. Gilberto Turati

      Il regime dittatoriale “democratico” italiano ha deciso che tutti i criminali immigrati stranieri clandestini devono entrare in Italia è rubare il lavoro ai cittadini italiani !
      Queste porcherie le hanno decise nel 1975 quei porci di senatori e deputati italiani e la storia continua ancora oggi !
      Ci puoi far qualcosa ?
      NO !
      Lo stesso discorso vale per la vaccinazione forzata !
      Il regime dittatoriale Talebano Italiano ha deciso che tutti gli italiani devono girare con il velo romano UNISEX in faccia !
      Ci puoi far qualcosa ?
      NO!
      Il regime dittatoriale Talebano Criminale Italiano hanno deciso che ti devi vacciare e che cosi puoi girare ovunque e sei libero di contagiare gli altri perchè hai il Green Pass !
      Ci puoi far qualcosa ?
      NO!

  17. Sono d’ accordo con i contenuti della lettera.Non spetta ai minori, soggetti già a svariate vaccinazioni in età pediatrica, salvaguardare la salute degli adulti.
    Considero disdicevoli il green pass ai dodicenni e le idee balzane come la mascherina ai bimbi del nido.Lasciare a scienziati che ormai hanno perso il controllo su ciò che propongono la gestione della pandemia, senza un fermo indirizzo etico e poi politico, mi sembra molto rischioso per tutta la collettività.

  18. Piccola riflessione.

    “I vaccinati hanno fiducia nei vaccini.

    Però temono i non vaccinati, ritenendoli contagiosi.
    Cioè ritengono che i vaccini non proteggano dai contagiosi.
    Cioè ritengono che i vaccini non proteggano.
    Cioè NON hanno fiducia nei vaccini.

    I vaccinati sono #novax.” ????????

  19. Io vi leggo e, purtroppo, capisco che niente mai ci farà diventare un grande popolo unito, un Popolo di Umani che hanno bisogno l’uno dell’altro per resistere e per sopravvivere…Questa delusione, che mi porto già dentro sin da ragazza quando, studiando la Storia, scoprii che gli italiani fascisti uccidevano altri italiani e denunciavano persino parenti e amici ai nazisti, sono quasi sicura che me la porterò nella tomba. Io amo essere italiana, però mi diventa ogni giorno più faticoso sentirmi uguale a chi mi appare oltremodo egoista e in malafede. Mi spiace aver scritto queste parole ma è quello che penso, tuttavia auguro a tutti una buona salute.

  20. Pingback: Green pass e regime sanitario arriva il no dei giuristi | Unali web magazine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su