L’anomalia solo italiana del green pass eterno e dei corvi catastrofisti

Di Anna Maria Bellesia

All’estero, fine annunciata ovunque del green pass sulla base di parametri oggettivi. In Italia, parlano solo gli ultras del rigore a prescindere. E nessun organo di garanzia si è mai espresso sulla necessaria proporzionalità e temporaneità delle misure emergenziali.

 

È ufficiale, anche la Francia revoca il pass vaccinale. La data è il 14 marzo. Prima il ministro della Salute Olivier Véran aveva annunciato ufficialmente al Senato quali sono i criteri per arrivare alla revoca del pass. Quanto al numero di pazienti, aveva detto, nei reparti di terapia intensiva devono esserci un massimo di 1.500 ricoverati a causa del Covid. Quanto alla dinamica epidemica, sarà necessario che il fattore R sia durevolmente inferiore a 1, con un numero di nuovi casi che diminuisce nel tempo. Quanto al tasso di incidenza (numero di casi a settimana ogni 100.000 abitanti), dovrebbe essere basso, intorno a 300 o 500 massimo. Due o tre settimane al massimo era la previsione.

Nei giorni scorsi, il primo ministro Jean Castex ha annunciato al Tg che la data è il 14 marzo. Fine del pass vaccinale ovunque si applichi sul territorio francese. Era entrato in vigore il 24 gennaio, ed è durato meno di due mesi. D’altronde, in Francia, si era già espresso molto chiaramente il Consiglio Costituzionale, dicendo che tali provvedimenti devono essere rigorosamente proporzionati ai rischi per la salute, adeguati alle circostanze di tempo e di luogo, e vanno interrotti senza indugio quando non sono più necessari (Parere del 21/1/2022). Resta obbligatorio il pass sanitario (vaccino, guarigione o tampone), solo nelle strutture sanitarie. Via anche la mascherina al chiuso, che rimarrà obbligatoria solo nei trasporti pubblici passeggeri.

Anche in Svizzera erano stati annunciati dalle autorità sanitarie dei parametri oggettivi, sulla base dei quali è stato posto fine alle restrizioni. Da giovedì 17 febbraio, negozi, ristoranti, strutture per la cultura, strutture aperte al pubblico e manifestazioni sono di nuovo accessibili senza certificato. Grazie a un buon grado di immunità, alla responsabilità individuale e all’esperienza acquisita “possiamo ora continuare a convivere con il virus senza ulteriori provvedimenti”, è stato detto. Va precisato che in Svizzera la percentuale di vaccinati è comunque inferiore alla nostra.

L’Austria, il secondo paese che aveva adottato le norme più severe, ha pure ufficializzato il calendario delle revoche delle misure restrittive. Dal 5 marzo quasi tutte le restrizioni legate al Covid saranno ritirate. E anche riguardo all’obbligo vaccinale l’intenzione è di un congelamento, visto l’andamento della pandemia.

In Italia, invece, abbiamo le misure restrittive più pesanti del mondo, fino a comprimere i diritti fondamentali (lavoro, trasporto pubblico locale, accesso agli uffici pubblici, istruzione), il numero di morti è sempre stato alto nonostante le severe misure di contenimento epidemiologico, e manca ad oggi qualsiasi prospettiva di ritorno alla “normalità”. Nessun organo di garanzia si è mai espresso sulla necessaria proporzionalità e temporaneità delle misure emergenziali.

 

All’estero le buone notizie, ma in Italia si continua così

In Italia il tasso di positività è oggi del 9.6% e ci sono -409 ricoveri. Eppure nessuno parla di parametri oggettivi di riferimento per la revoca del green pass.

Il sottosegretario alla Salute geometra Andrea Costa continua così: “Dobbiamo essere rigidi –dice- andando anche oltre la scadenza del 15 giugno. Siamo convinti della scelta presa e dobbiamo assolutamente tenere il punto”.

Il ministro Speranza continua così: “Il Covid non sparisce il 31 marzo, strumenti come pass e protezioni vanno conservati”.

Walter Ricciardi, consulente del ministro, è per l’emergenza permanente, ogni giorno continua così: “La pandemia finirà quando cesserà in tutto il mondo”. “Probabile che in autunno la quarta dose di vaccino Covid sarà una soluzione utile per tutti”. Bisogna avere “l’accortezza di mantenere i pilastri che reggono la nostra libertà attuale. Ora è possibile un allentamento delle regole, pur mantenendo in piedi le strutture per la vaccinazione, la rivaccinazione, il green pass e le mascherine per i luoghi chiusi”.

Insomma per Ricciardi la libertà sta nelle limitazioni della libertà. Che i vari “consulenti” ci provino in tutti i modi a mantenere il loro potere acquisito con l’emergenza, è comprensibile. Ma che la politica non si liberi da questi personaggi oggi è del tutto incomprensibile.

24 commenti su “L’anomalia solo italiana del green pass eterno e dei corvi catastrofisti”

    1. Magari fossimo senza Speranza……….
      Nonostante i provvedimenti che ci piovono addosso tutte le settimane, senza una reale motivazione, autorevoli personaggi, come il prof. M. C. (filosofo), credono ancora che non ci siano progetti occulti e mirati dietro queste nefandezze…………
      ‘Chi vivrà vedrà’.
      Auguri!

      1. Scarta Bagat

        Purtroppo non mi sono ancora abituato a considerare quella parola come un ossimoro, come effettivamente è diventata. La situazione del paese diventa ancora più grottesca con l aria fritta, venduta giorno e notte dai nostri servi sciocchi dell informazione che ci parla di accoglienza, libertà e democrazia (per gli altri soli per gli altri). Paese di m…., così non temo di essere frainteso

  1. Hanno già programmato tutto: lo stato di emergenza umanitario è uno strumento per impedire le elezioni… Attenzione!

  2. Anche l’Austria ha sospeso (in pratica eliminato) l’obbligo di vaccino per il Covid19, sentito il proprio comitato scientifico, come era logico e normale aspettarsi.
    Solo in Italia, invece, si persiste ed insiste su parere di consulenti che di scientifico han ben poco e che sono ormai palesemente in mala fede (o, in alternativa, incompetenti) sull’obbligo del vaccino e sul green pass,
    Non è più tempo dei dubbi e precauzioni, ma di disobbedienza civile, di denunce, richieste di risarcimento e attivazione di procedimenti penali a carico di chi continua a vessare e privare i cittadini di diritti costituzionali, piegando il Parlamento con il voto di fiducia (con evidente abuso ed uso illegittimo sia dei decreti legge che del voto di fiducia) ad approvare provvedimenti chiaramente incostituzionali e senza alcuna finalità sanitaria.
    A tutto ciò dovrà poi seguire la rimozione politica di un apparato che ha mostrato tutta la sua inadeguatezza e insignificanza ed è stato finalizzato unicamente a promuovere interessi esterni attraverso la manipolazione della informazione, la istigazione all’ odio sociale e creando una aberrante discriminazione mediante norma obbrobriose, senza peraltro risolvere ed anzi aggravando la situazione sia sanitaria che economica, distruggendo la coesione e la democrazia.
    Un capolavoro che non ha eguali in Europa e forse nel mondo.
    E’ ora di dire basta!

    1. Scarta Bagat

      C’è ben poco da fare, purtroppo, abbiamo vissuto per 70 anni in un paese democratico e non siamo abituati a coma possa essere duro vivere per una minoranza non tollerata, come siamo noi, in un paese non democratico che ha il controllo di tutto, parlamento, giustizia, informazione. La trimurti che ha preso il potere in Italia un mese fa non lo lascerà facilmente, anche perchè il controllo sull informazione garantisce un elettorato favorevole. Allo stesso tempo ci siamo accorti che l’indipendenza della magistratura era solo di facciata, quando le cose si son fatte serie giudici indipendenti non se ne son più visti. La mia generazione, over 50,credo proprio che un paese democratico non lo vedrà più, 500 mila persone senza stipendio? Quando ero giovane non sarebbe stato nemmeno immaginabile, ora invece un velo di rimbambimento ha coperto il paese, gli italiani pensano che la libertà sia avere discoteche aperte, vacanze e divertimenti. La teoria Tavistock applicata alla perfezione. Se a questo si aggiunge una classe politica inetta, formata solo da quaquaraquà con lo stomaco come maiali, che mangian di tutto e tutto lì ingrassa non si può che dire mala tempora currunt.

    2. dott. Ramingo

      Paolo ti cito: “Attivazione di procedimenti penali a carico di chi continua a vessare e privare i cittadini di diritti costituzionali, piegando il Parlamento con il voto di fiducia (con evidente abuso ed uso illegittimo sia dei decreti legge che del voto di fiducia) ad approvare provvedimenti chiaramente incostituzionali e senza alcuna finalità sanitaria.”
      Il CLN “fattuale” non è stato attuato, il giurista prof. Mattei potrebbe almeno agire su quanto richiedi?
      Grazie, anche se è tardissimo, e a breve ci penseranno gli isotopi a risolvere virus, microchip, e incostituzionalisti varii.

  3. Da Como passi il confine e sei in un altro mondo.
    Siamo noi che dobbiamo far finire le restrizioni, loro le terranno per sempre.

  4. Un ricorso alla corte europea è considerato inutile, perché l’Europa, anche se vieta le discriminazioni, non interferisce nelle leggi nazionali? Il parlamento europeo non ha mai affrontato questi problemi?

    1. dott. Ramingo

      Jenny, non c’è il tempo di pensare a tutto: dalle quote latte all’adozione di figli per coppie a tre genitori gli argomenti si sprecano, e l’espansione a Est della N.A.T.O. o le ingerenze delle multinazionali nelle dittature sanitarie sono troppo impegnative. Quanto ai Diritti dell’Uomo ora con la Guerra Mondiale si immagini cosa le Corti diranno del non poter comprarsi le mutande senza vaccino…
      Il Tempo è scaduto. Come lo yogurt. Come la Specie. Finché si era in tempo si è cincischiato proclamando Resistenze senza renderle fattive. E’ tardi, disse il Bianconiglio…

      (ogni Rivoluzione è nata dai ventenni, li avete cresciuti a hamburger e giga, ora il danno è irrimediabile)

      1. Una serata in discoteca val bene un vaccino, non crede?
        Gli oligarchi del mondo occidentale, nuovi idoli dei cciovani, insegnano che rispetto, democrazia e libertà non sono d’aiuto alla missione, figuriamoci la rivoluzione, né nel nostro mondo vecchio e alla fine, né tantomeno nel metaverso prossimo venturo, nuova terra promessa dei nostri pargoletti adoratori di scienza, tecnologia e soprattutto denaro e successo. Di rispetto e libertà non sanno che farsene. Non è lontano il giorno in cui i nostri amati pargoletti ci diranno: ‘ dai nonnino novax è ora di andare a fare la doccia’ .

  5. Ucci ucci sento odor di propaganda elettorale..
    Al governo dei migliori è ritornata l acquolina in bocca della democrazia, probabilmente il campanello delle elezioni sta suonando in lontananza, hanno un udito molto s.viluppato
    Che poi gli over 50 siano 500mila o 1.5 milioni, dipende da quanto è servo sciocco il giornalista che lo ripeteva tutti i giorni, sono comunque voti. Il compagno Pavlov rimarrebbe affascinato da questo governi dei migliori, probabilmente solo lui purtroppo.

  6. Siamo ancora lontani dal ripristino della democrazia. Le elezioni (se ancora si terranno) sono lontane
    Lo sfregio della Costituzione continua
    Qualche piccola libertà viene concessa ma le limitazioni e la tessera di fedeltà al regime rimanere
    E’ triste ma sembra che il fatto che l’emergenza continui senza emergenza sia normale

  7. dott. Ramingo

    Paolo, “il fatto che l’emergenza continui senza emergenza” non è affatto “normale”, ma il prof. Mattei, il CLN, i giuristi tutti non esprimono neppure la palese fine dello “stato d’emergenza” il 9 marzo scorso (effettivi 2 anni), con decisa decadenza di ogni provvedimento “urgente” in materia, per cui tutto, da mascherine a DAD, da trasporti a gozzoviglie commerciali, da concerti a lavoro dovrebbe IN AUTOMATICO già esser da 9 giorni ripristinato totalmente, e non a rate mensili…
    Scarta Bagat, un anno di promesse ci attende, basta prenderne nota e ricordare che nessuna di esse sarà poi attuata, ed anzi si farà l’esatto opposto, io lo so da decenni, gli altri mai imparano…

    1. Più che promesse le parole del. Padrone lasciano pochi dubbi

      “Uno degli scopi del provvedimento di oggi è non smantellare tutta la struttura esistente, anche perché siamo consapevoli del fatto che un’altra pandemia potrebbe rivelarsi importante fra qualche tempo…
      costruire una struttura permanente di preparazione per reagire a questi fenomeni…

      non smantelliamo niente ma la struttura perde il carattere di emergenza e acquista quello di ordinarietà:

      Come il discorso sulla pandemia precedente anche questo si è poi concluso con un’altra menzogna messa lì per seminare odio. Dott Ramingo noi over 50 non vaccinati siamo minoranza, ormai abituati a non credere alla propaganda, ma l odio seminato dalle istituzioni porta voti eccome, soprattutto da chi, non ancora completamente rimbambito, il dubbio.che qualcosa non torni comincia ad averlo.

    2. dott. Ramingo

      Domanda al giurista prof. Mattei:
      scaduti i due anni di “emergenza” (9 marzo 2020 – 9 marzo 2022), non sono dunque giuridicamente inattuabili e immediatamente decaduti tutti i provvedimenti “emergenziali” sino a quella data decretati dal Consiglio dei Minestri e poi ratificati in Parlaniento?
      Almeno a questo attendo davvero risposta, grazie.

  8. dott. Ramingo

    Oggi se non altro ottima intervista del prof. Mattei sul quotidiano senza finanziamento pubblico (quale il motore del Pensiero Unico? chi paga i giornalisti perché la testata stessa per cui lavorano esista? si può dir male del finanziatore?) “La Verità”, dichiaratamente destrorso ma anche decisamente unico giornale da 2 anni in coerente opposizione alla dittatura sanitaria.
    Ugo Mattei è pensatore stimabilissimo, non avesse dichiarato d’essere partigiano del CLN (che non è pensiero, ma azione, mai attuata dal professore, nemmeno a livello di esposti giudiziari…) sarebbe (è) uno dei rarissimi estinguendi Uomini maiuscoli.
    Che almeno però risponda, qui, ai miei e altrui quesiti e alle mie e altrui incitazioni ad AGIRE.

    1. Se qualcuno si fosse illuso posto un pezzo dell ultima intervista della virostar Ilaria Capua:
      ‘La nuova variante sta prendendo il sopravvento sulla Omicron originale, è una variante un po’ furbesca, perchè insidiosa. A Hong Kong sta provocando problemi enormi con ricoveri mai visti. […] L’ultima vaccinazione l’abbiamo fatta sei mesi fa e dobbiamo prepararci per ricominciare a tirare su il muro di protezione. La quarta dose esclusa? Per ora, ma siamo all’inizio dell’estate. Dobbiamo dire chiaramente ai cittadini che con l’arrivo del freddo dovremmo tornare a vaccinarci
      Nessuna illusione occorre continuare a tenere il popolo nel terrore, o per pandemia o per guerra, ancora meglio tutti e due. Le industrie belliche e farmacologiche non hanno mai visto periodo più florido in questo secolo.

      1. dott. Ramingo

        Business. Finisce pure con due lettere inquietanti, quanto le rune in generale (letteralmente) quando militarizzate.
        Pecunia olet di cadavere.
        Se non ci pensa il malanno (al cadavere), ci pensano un protocollo con tachipirina, una ossigenazione troppo forzata, un effetto avverso di un vaccino privo di responsabilità per il produttore, un missile ipersonico, un ipermercato nucleare, qualcosa si trova sempre.
        Anticapitalisti dove? There’s anybody out of there?

  9. Decreto legge 24 del 24 marzo 2022
    Art. 3
    Disciplina del potere di ordinanza del Ministro della salute in
    materia di ingressi nel territorio nazionale e per la adozione di
    linee guida e protocolli connessi alla pandemia da COVID-19
    1. Al decreto-legge 22 aprile 2021, n. 52, convertito, con
    modificazioni, dalla legge 17 giugno 2021, n. 87, a decorrere dal 1°
    aprile 2022, l’articolo 10-bis e’ sostituito dal seguente:
    «Art. 10-bis (Disciplina del potere di ordinanza del Ministro della
    salute in materia di ingressi nel territorio nazionale e per la
    adozione di linee guida e protocolli connessi alla pandemia da
    COVID-19). – 1. Fermo restando quanto previsto dall’articolo 32 della
    legge 23 dicembre 1978, n. 833, a decorrere dal 1° aprile 2022 e fino
    al 31 dicembre 2022, in conseguenza della cessazione dello stato di
    emergenza e in relazione all’andamento epidemiologico, il Ministro
    della salute, con propria ordinanza:
    a) di concerto con i Ministri competenti per materia o d’intesa
    con la Conferenza delle regioni e delle province autonome, puo’
    adottare e aggiornare linee guida e protocolli volti a regolare lo
    svolgimento in sicurezza dei servizi e delle attivita’ economiche,
    produttive e sociali;
    b) sentiti i Ministri competenti per materia, puo’ introdurre
    limitazioni agli spostamenti da e per l’estero, nonche’ imporre
    misure sanitarie in dipendenza dei medesimi spostamenti

    In particolare il comma b) segnala la fine della democrazia in Italia, nessun paese civile ha una norma simile, così lontana da qualsiasi costituzione. Probabilmente é l invidia per gente come Putin che spinge i maggiordomi di casa nostra ad arrivare a tanto. Il governo dei migliori ha riportato in Italia i lagher dove poter chiudere chi non si converte al verbo di bigpharma e di chissà chi altro.
    Mi auguro che il nostro insigne giurista possa farsi sentire su questa applicazione un po’ troppo letterale del Great Reset. I

  10. È ora che ci svegliamo a votare non si andrà finché non tirino furi la testa dalla sabbia ed iniziamo a pensare con la nostra testa non con quella dei mass media che raccontano Balle e ci incantano con barzellette … armiamoci e partiamo contro l’ invasore delle nonstre coscienze facciamo vedere che noi italiani sappiamo ribellarci a questa sporca politica partitica di spartizione di poltrone … qualcuno ha detto solo due anni al potere … ora cambiano le regole in corsa … si troppo bene a mangiare … vero stelle mie …

  11. Gli italiani sono un popolo di stupidi ,ignoranti ,disinformati e di vigliacchi pelandroni pressapochisti !
    Accendere una radio e sintonizzarsi sulle onde lunghe o onde corte per ascoltare un Radiogiornale straniero e proccacciarsi notizie vere per l” italiano medio stupido ed ignorante tutto ciò è una cosa impossibile da fare fin dagli anni 60 !
    Per l”italiano medio idiota è anche impossibile sintonizzare la sua Tv satellitare per guardarsi un TG straniero !
    Anche usare il PC o la smart Tv sempre on-line per procacciarsi informazioni vere esterne dalla propaganda ufficiale italiana è una missione impossibile per l”italiano medio !
    Gli italiani da sempre posseggono gli strumenti tecnologici ed umani per poter avere informazioni (notizie vere ) sicure è certe !
    Per esempio se vuoi sapere veramente cosa accade nella guerra tra Ucraina e Russia o anche in Italia usando un PC o un videotelefono devi andare sui seguenti siti on-line affidabili : Mag24-l”indipendente -Controinformazione -Spuntinik (sito censurato dal regime italiano che non vuole che si diffondano notizie vere a favore della Russia e contro la Nazista Ucraina Filo-USA che compie da quasi 2 decenni crimini contro l” umanità protetta da USA-UE-NATO ) !
    Giorni fa mi sono procacciato informazioni vere tramite PC di cosa succende nel mondo realmente dal sito governativo Cubano .
    Per esempio ho saputo che i Russi lanciando un missile ipersonico su una caserma Militare Ucraina hanno ucciso ben 400 Mercenari di USA-UE-NATO e hanno distrutto anche ben 3000-4000 mila missili Stinger e Jeveline missili appena arrivati freschi freschi dagli USA e dalla UE .
    Per la cronaca ogni missile Stinger (anti-aereo ) costa 160.000 mila dollari !
    Ogni missile anti -carroarmato o blindato costa ben 260.000 mila dollari .
    Facciamo l”ipotesi (abbastanza precisa ) che ben 500 missili distrutti fosserò dei Stinger 160.000 dollari x 500 = 80 milioni di dollari persi -buttati via dagli USA e dalla UE !
    Facciamo l”ipotesi abbastanza precisa che gli altri 2500 missili distrutti fosserò Jeveline 260.000 dollari x 2500 = 650 milioni di dollari in armamenti persi dagli USA e UE !
    Con questo blitz missilistico la Russia ha eliminato circa 730 milioni di dollari in armamenti sofisticati inviati dagli USA e UE in Ucraina .
    Di azioni militari Russe di questo tipo con bombardamenti missilistici o aerei convenzionali di precisione in Ucraina nè sono state fatte almeno una dozzina .
    Ben 24 ospedali Ucraini che fungevano da Polveriera Militare mimettizzata (deposito di munizioni anche sofisticate ) sono stati distrutti completamente con l”uso anche di sole bombe o razzi convenzionali vecchie ed economiche .
    Gli Ospedali Ucraini trasformati in Polveriere dai soldati Ucraini “furbi” sono andati distrutti completamente perchè sono esplose le bombe che erano stivate al loro interno !
    Anche alcuni centri commerciali trasformati dai criminali militari Ucraini in Polveriere sono stati fatti saltare in aria dai Russi .
    Nella città di Maripol gli Ucraini hanno commesso svariati crimini di guerra che nessun mass-media di USA-UE-NATO
    NON daranno MAI notizia perchè sostengono i Nazisti Ucraini e il loro dittatore zelenskyy !
    Poichè personalmente mi prendo la briga di rifornirmi di notizie vere da fonti esterne da quelle diffuse dalla Propaganda di Guerra del criminale regime italiano dittatoriale Pro-Ucraina e Anti-Russia ho un quadro reale abbastanza preciso della situazione .
    Per esempio : sono a conoscenza che le perdite di soldati Ucraini sono di ben 15 mila uomini morti in un mese di guerra mentre la Russia nè ha persi ufficialmente 600 ma in realtà dovrebberò essere 1200 -1500 (disperso = morto a casa mia ) .
    Di carri armati ,blindati e autoblindo (mezzi tipo Lince ) la Russia ha perso circa 400 mezzi in un mese di guerra grazie anche ai ben 17 mila missili anti -carro Jeveline che l”Ucraina ha ricevuto dagli USA e UE 3000 missili prima della guerra e gli altri 14 mila ricevuti subito dopo lo scoppio della guerra .
    Di carri armati -blindati -autoblindo l” Ucraina nè ha persi ben 2000 mila in un mese di guerra .
    Di aerei e di elicotteri l” Ucraina nè ha persi almeno 250 sicuri è certi contro 15 aerei Russi e 30 elicotteri Russi .
    Droni militari Ucraini distrutti 220 droni militari clandestini di USA-UE-NATO che combattono contro i Russi travestiti da droni Ucraini distrutti dai Russi circa 40 .
    Tutto ciò è in netto contrasto con le notizie false di tutti i TG italiani !

  12. (Non) Trovo sparito il mio di ieri commento in risposta a “informatevi”.
    Il commento terminava con l’evidentemente inquietante domanda: “Questo sito è stato invisitabile per circa 15 giorni, a cosa dobbiamo ciò?”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su