LETTERA AL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Riceviamo, sottoscriviamo e diffondiamo la lettera che alcuni Parlamentari hanno destinato al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, partecipata nella stesura dal presidente della cooperativa Rodotà, professor Ugo Mattei.

LetteraPresidente1

52 commenti su “LETTERA AL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA”

  1. Temo che il PdR attuale sia parte del problema e che quindi sia utopistico aspettarsi da lui la soluzione. Ottima iniziativa, comunque e onore ai pochi parlamentari artefici della stessa.

    1. condivido. lo scambio di opinioni, gli appelli, oramai fanno solo perdere tempo.
      interpellanze, commissioni, ricorsi….azioni che impongano un contenzioso o una presa di posizione obbligata e pubblica.
      se avesse invenzione di fare “qualcosa di democratico” lo avrebbe già fatto. passiamo oltre……

      1. Questi ricorsi non servono a nulla, almeno per il momento mantenere traccia è sempre cosa buona, ancora oggi dopo due anni però non si riesce a comprendere cosa prevede lo stato d’emergenza/d’eccezione, Lo stato d’emergenza/d’eccezione conferisce pieni poteri decisionali tramite decreti legge e la costituzione non fa parte dello stato d’emergenza, bisogna fare molta attenzione al rinnovo perché c’è una legge che parla chiaro lo stato d’emergenza/d’eccezione non può essere rinnovato oltre i 24 mesi per evitare colpi di stato.

  2. E’ almeno consolante sapere che in questo attuale Parlamento sia rimasta qualche voce libera e onesta, che ringrazio di cuore perché mi aiuta a non perdere la speranza. Credo davvero sia importante che emerga un gruppo di uomini capaci che abbiano come scopo, presentandosi quali nostri rappresentanti in parlamento, il bene e la rinascita di tutta quanta la società, e non siano, al contrario, come sono stati quasi sempre dal dopo guerra ad oggi, personaggi al servizio dei vari potentati economici che per mezzo loro hanno spadroneggiato e depredato i beni comuni. Certamente la cosiddetta pandemia ha risvegliato molti animi e le menti più attente, è questione di come indirizzare il fermento che anima le piazze e non solo verso un obiettivo concreto di rinascita politica. Da parecchi anni manca una leadership che aggreghi intorno a sé quel poco di forze sane che ancora ci sono in questo paese. E non dimentichiamoci del resto del pianeta, che ovunque mostra di dar segno di essere stufo del dominio neoliberista che in trent’anni di dominio ha prodotto immensi disastri ad ogni livello. Se anche non si vince, il solo fatto di provarci è già un grande risultato e, come stavano le cose, un qualcosa di ormai insperato.
    Adelio

    1. Buongiorno tutto assurdo …
      Sembra di vivere in un incubo di cui non c’è risveglio.
      Sono stata costretta a fare la seconda dose …avendo fatto il covid senza tampone che certifichi, la malattia del 16 marzo 2020,Perché una delle prime con influenza intestinale É non una linea di febbre. Senza olfatto e gusto per più di un mese.Al 14 giorno della prima dose vado a fare sierologico,
      E viene fuori che ho anticorpi altissimi ancora dopo un anno e mezzo.
      Ma in ospedale non controllano il certificato, perché c’è il protocollo che dice che senza tampone devi fare 2 dosi. Fortuna che sono andata in ospedale San Giovanni Bosco, perché sono un allergica ,e con problemi di salute. Il risultato che sono stata male per una settimana,,É dovrò fare accertamenti Cardiologici.
      Tutto questo solo per poter andare a lavorare.
      Sabato Raffaela

  3. Spero che almeno le voci equilibrate e ponderate di chi rappresenta in maniera civica e civile una parte consistente, seppur minoritaria, di noi Cittadini Italiani, venga ascoltata. Grazie per l”iniziativa e l’impegno!

  4. Verbo volant scripta manent, bravi e grazie, un domani se la storia come al solito sarà scritta dai vincitori , ci saranno le basi per un Norimberga 2👍

    1. le basi ci sono per farlo adesso il secondo processo di Norimberga: prove, testimonianze, ricorsi, denunce ecc. Il problema è la Magistratura, ci sono molti magistrati corrotti e venduti che sono d’accordo con questo governo .Prevale il dio denaro e la vita umana passa al secondo piano.

  5. Antonella Dalzoppo

    Iniziativa più che lodevole, poiché dovrebbe indurre il PdR quantomeno ad una riflessione per una risposta.
    Mi sembra assurdo che la Magistratura e la Corte Costituzionale non facciano nulla. In Spagna c’è stata una reazione ed il Green Pass non esiste.
    Tempi bui per l ‘Italia.
    Spero che dal convegno di Torino del 10 novembre, presieduto dal prof. Mattei, nasca un movimento politico di vera opposizione, a cui vorrei poter dare il mio contributo.

  6. Grazie ai Parlamentari e al professor Mattei per la lettera.
    Mi fa piacere che tra l’altro sottolineino la natura classista dei provvedimenti, come quello del green pass per il TPL. Se faranno i controlli già ce li vedo gli extracomunitari sbattuti fuori dai mezzi.
    Perché alla fine sono sempre i poveracci a andarci di mezzo più degli altri, come anche nel caso dell’indecente prezzo dei tamponi a 15 euro.

  7. Volevo aggiungere una cosa, sull’importanza di una alfabetizzazione giuridica.
    Si parla tanto di ignoranza e di terrapiattismo scientifico, io vedo in giro quello che si potrebbe chiamare un preoccupante ‘terrapiattismo giuridico’, sui giornali, nei commenti dei lettori, nelle trasmissioni televisive.
    Io vedo che la gente, dai politici, ai giornalisti, a chi appare in televisione, alla gente comune, dice e crede a cose che giuridicamente non stanno ne’ in cielo ne’ in terra, anche spesso senza rendersi conto di stare dicendo opinioni eversive rispetto a uno stato di diritto liberale.
    Qui non si tratta di essere tutti giuristi o sapere chi sa ché, ma di una consapevolezza di base da cittadini, di non credere a cose che equivalgono in diritto a dire ‘la terra è piatta’ a un astronomo.

  8. Asciutta e essenziale nel magma di informazioni unilaterali.
    La cosa secondo me sconcertante, tra le altre, è l insistente e distorta visione che stigmatizza coloro non vaccinati perché così non si protegge i vaccinati.
    Ma che razza di idiota ribaltamento è questo. Il vaccino per definizione protegge… sennò che lo si fa a fare? Ma oltre le auspicabili conoscenze, la logica che fine ha fatto?

  9. Da elogiare l’iniziativa, ma colui che dovrebbe salvaguardare la costituzione, non si degnera di dare nemmeno una risposta, credo e se la darà, sarà sempre la stessa.

    1. Ma non è vero! Dice spesso delle cose interessanti! Quando fa freddo, dice “Copritevi”, quando fa caldo in estate dice “Bevete acqua”… Sorbole!

  10. Ringrazio i Parlamentari che ancora rappresentano indistintamente tutto il popolo italiano e mi associo pienamente a quanto contenuto nella loro lettera al PdR, a cui anche io chiedo un autorevole intervento a ripristino del corretto funzionamento democratico delle Istituzioni.
    Mi rammarico anche per il mancato intervento dell’Illustre PdR in merito al numero record di fiducie chieste da questo governo su provvedimenti che impattano fortemente sulla vita dei cittadini e che non dovrebbero avere posto in un Parlamento che al 90% sostiene il governo, in merito all’eccessivo uso di provvedimenti di urgenza la cui entrata in vigore ritardata dimostra l’infondatezza dell’urgenza stessa ed in merito al contenuto eterogeneo e quindi poco trasparenti dei decreti emanati.

  11. Presidente, metta fine a questo scempio. l’Italia sta soffrendo un terribile disagio sociale. Non ci sono situazioni da giustificare queste imposizioni. Fateci uscire dalla dimensione del ricatto. Dimostri essere l’uomo che abbiamo sempre ritenuto Lei sia, e non faccia parte dei personaggi a libro paga dei poteri forti. l’Italia sta soffrendo da troppo tempo.
    Ringrazio quei parlamentari che si sono dissociati dal sistema. Viva l’Italia.

  12. Ringrazio per l’ottima iniziativa. Ancorché ci siano alte probabilità che non produrrà alcun effetto, data la dimostrazione di parte assunta dal destinatario in questi due anni. Abbiamo compreso che siamo soli, con voi autorevoli voci libere. Certo. Ma nessuno nei luoghi decisionali. Gli ostacoli, noi, per la realizzazione di loro orizzonti distopici, vanno annientati, zittiti, resi impotenti. O ignorati.

  13. La devastante realtà di un governicchio che agisce in assetto militare è devastante, nostro dovere non mollare di 1mm e continuare a fare ginnastica costituzionale perché noi Italiani ci affidiamo solo alla nostra costituzione

  14. Buonasera,
    ottima iniziativa, vanno tentate tutte le opzioni.

    Certo il comportamento del presidente della Repubblica in quest’ultimo anno è stato improntato alla piu’ bieca e cieca discriminazione.
    Per decenni ci hanno educato a riconoscere e combattere ogni forma di fascismo ed ecco, cosa succede? Alla prima occasione utile di mettere in pratica questi insegnamenti ci accorgiamo (ma non ne avevo mai avuto dubbi), che era tutta una posa, un antifascismo di maniera , un metodo di lotta politica teso alla divisione perenne della popolazione polarizzata in maniera artificiale per mero tornaconto politico.

    Spero con tutto il cuore in un sussulto di dignita’ della politica italiana e che Mario Draghi non diventi il prossimo presidente della Repubblica.

  15. Sicuramente, egli, è uno degli artefici delle violazioni di leggi e Costituzione, dovrebbe difenderle causa la carica che ricopre ma,, purtroppo preferisce farne strame ed aiutare chi ha mire insane sul Paese lo Stato gli italiani.

  16. Ovviamente a nulla serve chiedere contezza delle violazioni in essere a chi le ha prima promosse e poi autorizzate, chi ha capito il disegno sa anche chi sono gli artefici e la scala gerarchica di comando, in ogni caso questa lettera sarà utile in futuro ai fini della storia perché si avrà una data certa per giudicare l’operato del PDR che verrà poi ricordato appunto nei libri di storia suppongo che il vero danno di reputazione e di immagine lo subiranno i sui figli o nipoti vista la veneranda età del PDR, in ogni caso se posso dire la mia dopo Napolitano questo è il peggior presidente della storia d’Italia.

  17. Non si potrebbe invitare tutti i manifestanti a inviare quanto prima (il 6 o il 15 dicembre) un’email al sito
    Quirinale.It scrivendo qualcosa del tipo “Caro Presidente, il supergreen pass ci mette in seria difficoltà. Ci aiuti!”?

  18. In effetti Mattarella non è parte del problema È IL PROBLEMA perché non ha garantito il rispetto della Costituzione che è il suo compito principale Osservatore silente della bulimica produzione di DPCM illegali nella altrettanto bulimica presentazione di D. L’ a breve scadenza settimanale ( manco fosse latte fresco) esautorando il parlamento. Sulla base di uno stato emergenziale sanitario non previsto da alcuna legge. Credo che una richiesta di impeachment popolare cui sto lavorando non guasterebbe.

  19. Aggiungo che i parlamentari oggi preoccupati non lo furono ai tempi del Conte 2 e neppure quando il.loro garante pluriassassino e pluricondannato girava a metà dicembre 2019 con la museruola dopo 2 dico 2 visite in breve tempo in ambasciata cinese. Fossero davvero coerenti dovrebbero denunciare grillo per epidemia dolosa.

  20. Va bene tutto, ma secondo me l’accento va posto con estrema chiarezza molto più sulle contraddizioni scientifiche che su quelle costituzionali. La nostra classe dirigente è maestra nell’imbrogliare le carte a livello di legge, ma è totalmente analfabeta scientificamente. La comunità scientifica è allineata (spesso in buona fede) alle linee guida di chi è padrone di fatto della ricerca, cioè l’industria: senza di quella, non lavora. Per questo è importante valorizzare quel poco di competenza scientifica reperibile al di fuori dell’ambiente finanziato: potrebbe essere la sola risorsa decisiva.

  21. Non ci sono più speranze nelle istituzioni! Ci si domanda quale futuro ci aspetterà rimanendo legati mani e piedi alle attuali istituzioni. Per istituzioni intendo: politiche, giuridiche (giudici e magistrati), militari (polizia, carabinieri, esercito), religiose, mediche, sanitarie, scientifiche, scolastiche.
    Sarebbe tutto da ricostruire, ma come fare se la propaganda avversa è stata così invasiva da porci in netta minoranza?
    Ad ogni modo dobbiamo essere rappresentati politicamente per tentare di arginare la rovina della nostra amata Italia.
    E’ vero che alle ultime votazioni sono andati al voto meno del 50% degli aventi diritto e che forse basterebbe che anche solo il 30% (del restante 50%) tornasse al voto e votasse in modo compatto un partito allineato con DU.PRE., ma appare come impresa utopistica, titanica. TUTTAVIA_OCCORRE_ATTIVARCI_CON_APPASSIONATA_URGENZA!

    1. non penso sia un’impresa titanica a patto di tenere presente che
      – nelle istituzioni da te citate ci sono molte persone che hanno molte perplessità sugli attuali vaccini, sullo strumento del green pass e sull’attuale situazione politica, sia vaccinati che non;
      – all’interno di quel 30-40% che non è andato a votare ci sono sensibilità politiche, etiche e di costume diverse.
      Bisogna fare fronte comune superando le differenze attuali.

  22. sembra un incubo, ma non lo è. Stalin, Mussolini e Hitler erano persone che vedevi e che potevi colpire.
    Oggi c’è un intero sistema che converge. La speranza è che sia un gigante con i piedi d’argilla. Tanti italiani alle ultime amministrative non sono andati a votare, tanti vaccinati (convintamente) temono l’attuale situazione politica.
    Ben venga DU.PRE, ma tutti noi dobbiamo fare la ns. parte sostenendo l’iniziativa di Cacciari & C. e soprattutto non piegandoci.
    Per me che vaccinata non sono e che dal 15 sarò sospesa è come varcare le Colonne d’Ercole. Almeno una volta nella vita dobbiamo farlo, se ne vale la pena. Non se l’è sentita Ulisse, personaggio del mito, ma ce l’ha fatta Cristoforo Colombo, personaggio della storia.
    Perchè non dovremo farcela noi?

  23. Gentilissimi Tutti,
    a me questo sembra ormai il tempo “dell’inganno dilagante”.
    Concordo pienamente quindi la svolta perché occorre tutelare sempre e solo “serietà e verità “
    tutto il resto per me è “aria fritta “.
    Facciamoci governare da “persone d’onore” non da altri.

  24. Giuliano Agostinetti

    Credo che il presidente verrà condannato (postumo, immagino) per alto tradimento, così come i suoi complici. L’alternativa è semplicemente la fine del popolo italiano.

  25. Sento una sorte di comune sentire alternativo.. il quale insiste su un punto: dipende solo dal pensiero critico e dalla volontà di non disperderlo o renderlo sterile.. Se questo “mostro” (che non conosce confini e si attesta sia a destra sia nella finta sinistra), vincerà sarà davvero la fine di una civiltà.. Abbiamo una sola speranza, che sia un mostro (o un gigante) fatto di carta o -come qui qualcuno ha detto – con i piedi d’argilla. Sono in pensione e quindi subisco meno restrizioni o insulti di quelli più giovani. Ma, vi garantisco, le rinunce che ho dovuto accettare e subire mi stanno ugualmente destabilizzando. Non ultimi, gli insulti che ogni giorno, ogni sera mi veda scagliare addosso da personaggi improbabili, squallidi, perfidi, venduti che non meritano nemmeno di essere citati. Vi dico solo, sono stato un lettore (anche abbonato) del Fatto quotidiano, e vedere certi personaggi di questa testata comportarsi in Tv da perfetti moderni squadristi mi indigna e mi rammarica profondamente.

  26. Finalmente trovo una struttura e un gruppo che, su basi giuridiche, filosofiche e scientifiche, si pone l’obiettivo di parlare chiaramente di quanto sta accadendo. Dire che è un incubo non basta. E’ la storia che si ripete, è il fascismo che ritorna, certo in altra veste e con altre argomentazioni, con altri “nemici” e altri capri espiatori. Resisto, e come me tanti amici ed amiche, spiriti liberi orgogliosi di esserlo. Resisto dalla primavera dell’anno scorso, allaccio legami, parlo. Vorrei fare di più. Non sono “social”, amo i rapporti umani diretti, quelli che il nuovo corso mondiale vuole tranciare e inscatolare all’interno di tanti piccoli schermi, narcotizzando le menti e la sensibilità. Allucinante. Scrivo. Ho pubblicato numerosi libri di prosa e poesia. La parola è (spero ancora) un’arma potente. Vorrei metterla al servizio della libertà e della difesa della natura umana. Ho 60 anni, sono laureata in Materie Letterarie, lavoro come impiegata nell’amministrazione pubblica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su