linea politica-organizzativa TERRITORI generazioni future

Individuazione referenti regionali, se presenti, e convocazione  assemblee organizzative  per nominare referenti mancanti.
  1. Presentazione  linee guida territoriali da tenere nell’arco dell’anno, cercheremo di condividere  e supportare il più possibile i territori nella realizzazione di progetti e azioni comuni, incentivando però un processo di autonomia, in cui ogni regione sia in grado di diventare promotrice e elemento di diffusione di tematiche e azioni.
  2. Produzione  di un documento informativo sul sistema organizzativo e politico da trasmettere a tutte le assemblee regionali, definendo ruoli, attività e tempistiche, dopo confronto con il CdA.
  3. In collaborazione con il dipartimento economico vogliamo proporre un progetto pilota da esportare in tutte le regioni (potrebbe essere la Cascina circolare o la rivalutazione di un bene comune), in modo da viversi e immaginarsi la società cooperativa non soltanto dal punto di vista teorico e solidale, ma anche sul piano lavorativo -produttivo. Questo ultimo punto potrebbe originare un sostegno finanziario ed economico sia sotto forma di autofinanziamento  che di ricerca di possibili fondi, compatibilmente con il nostro statuto e con i principi morali e politici della cooperativa, che prevedono la difesa dalle privatizzazioni e la tutela dei beni comuni.
Completata questa fase di lavoro organizzativo con tutte le assemblee e i referenti riconosciuti, procederemo ad una convocazione di tutti i referenti regionali, al fine di conoscersi e scambiarsi idee.
Contestualmente a ciò descritto sopra, andremo, dove possibile, nelle regioni dove non siamo presenti in forma organizzata, a creare azionariato nuovo e con lo stesso metodo di lavoro a costituire assemblee e nominare referenti.
Supponiamo di portare a termine  questo programma di lavoro entro il 30/06/22, in  tale data il nostro dipartimento si farà  carico di procedere ad una verifica puntuale della situazione e di relazionarvi in merito.
Naturalmente il nostro dip rimarrà sempre a disposizione per quanto riguarda il sostegno organizzativo e quant’altro necessario al CLN e  a tutte le proposte del CdA e di tutti i soci.
Buon Lavoro
Barbara

2 commenti su “linea politica-organizzativa TERRITORI generazioni future”

  1. Ogni esperimento sociale (per quanto ennesima revisione di “socialismi” già storicamente avvenuti, dalla Città del Sole di Campanella alle comuni agricole elfiche post-anni ’70) è buona notizia.
    Diverso è l’appellarsi sempre ai “fondi” (in fondo il “fondo” non è quel gran concetto o traguardo…). Anticapitalismo è cancellare il mezzo (criminale) del soldo (e dei soldati sua conseguenza). Produrre cibo, beni comuni, non profitto generato da finanziamenti.
    Distruggere il circolo vizioso del denaro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su