PROIBIZIONISMI E IMPOSIZIONI: ANTIPODI DEI BENI COMUNI – i relatori

Iscriviti al Forum

* indicates required




Per partecipare al forum su piattaforma Zoom è necessario compilare il form, riceverai quindi, via mail, le informazioni di accesso alla piattaforma Zoom (sarà indispensabile entrare in Zoom con il proprio nome e cognome)

Giacomo Marramao si laurea in Filosofia nel 1969 presso l’Università di Firenze, dove è allievo di Eugenio Garin. Dal 1971 al 1975 prosegue gli studi all’Università di Francoforte e dal 1976 al 1995 insegna presso l’Istituto Universitario Orientale di Napoli. Dal 2018 è professore emerito presso l’Università degli Studi Roma Tre, dove insegna Filosofia politica e Filosofia teoretica.
Nel corso degli anni insegna presso la Sorbonne e Nanterre di Parigi, la Freie Universität, il Warburg Institute di Berlino, la Columbia University di New York (Columbia University), l’Unam di Città del Messico e l’Unesp di San Paolo. È membro del Collège International de Philosophie di Parigi e professore honoris causa presso l’Università di Bucarest. È co-fondatore di riviste come Laboratorio politico e Il Centauro, co-editore di Iride e direttore della Fondazione Basso, a Roma.
Il suo pensiero muove dallo studio del marxismo italiano ed europeo analizzando le categorie politiche della modernità e proponendone una ricostruzione simbolico-genealogica. Secondo questa lettura, nelle forme moderne di organizzazione sociale si depositano significati che derivano da un processo di secolarizzazione dei contenuti religiosi, ossia dalla riproposizione in dimensione mondana dell’orizzonte simbolico cristiano. Tra le sue pubblicazioni più recenti si ricordano “Per un nuovo Rinascimento” (Castelvecchi, 2020), “L’esperimento del mondo” (Bollati Boringhieri, 2018) e “Dopo il Leviatano” (Bollati Boringhieri, 2013).

 

Marco CAPPATO, tesoriere dell’Associazione Luca Coscioni, Presidente di Eumans, movimento paneuropeo di iniziativa popolare , Co-fondatore di Science for democracy e del Congresso mondiale per la libertà
di ricerca scientifica, Promotore della campagna Eutanasia legale. Ha realizzato azioni di disobbedienza civile – in materia di droghe, libertà sessuali e di espressione, ricerca scientifica e fine vita – che lo hanno portato ad affrontare processi, fermi e arresti, ottenendo tra l’altro la depenalizzazione dell’aiuto al suicidio in Italia. È promotore dell’Iniziativa dei Cittadini Europei StopGlobalWarming per spostare le tasse dal lavoro alle emissioni di CO2, e di Citbot.it, l’intelligenza artificiale al servizio del cittadino, sui temi dei diritti, libertà, disabilità e salute.
È stato rappresentante del Partito radicale all’ONU (1997-1998), Deputato europeo eletto nella Lista Emma Bonino (1999-2004, 2006-2009), Consigliere comunale e metropolitano a Milano (2011-2016), Presidente di Radicali italiani (2016) Conduce l’edizione domenicale di “Stampa e Regime”, la rassegna stampa di Radio radicale. È stato il fondatore del Congresso mondiale per la libertà di ricerca scientifica.
Da Deputato europeo è stato relatore del Parlamento Europeo sui Diritti umani nel mondo (ottenendo il riconoscimento della nonviolenza come strumento più efficace per promuovere i diritti umani) e sulla Direttiva per la “privacy nelle comunicazioni elettroniche“. Questo lavoro gli è valso l’attribuzione del premio “Europeo dell’anno” da parte del settimanale “European Voice” e la nomination come “Politico dell’anno” da parte della rivista americana Wired. Nel 2007 ha lottato al fianco di Piergiorgio Welby per il suo diritto a una “morte opportuna” e per la legalizzazione dell’eutanasia. Nel 2012 lancia la campagna Eutanasia legale e l’anno successivo promuove la campagna di raccolta firme per una proposta di legge di iniziativa popolare per la legalizzazione dell’eutanasia. A settembre 2015 fonda l’Intergruppo parlamentare per la legalizzazione dell’eutanasia e del testamento biologico.

 

José Manuel Marques da Silva PUREZA (Coimbra, 18 dicembre 1958) è un professore universitario e politico portoghese. Attualmente è deputato del Blocco di sinistra all’Assemblea della Repubblica e
uno dei suoi quattro vicepresidenti. È noto per essere l’unico deputato del blocco della sinistra cattolica. Laureato in giurisprudenza e dottorato in sociologia, è professore universitario di Relazioni internazionali presso la Facoltà di Economia dell’Università di Coimbra e ricercatore presso il Center for Social Studies, dove coordina il Center for Peace Studies. È stato docente ospite in diverse università straniere: Universidad Torcuato di Tella (Buenos Aires), Pablo de Olavide (Siviglia), PUC a San Paolo e PUC a Rio de Janeiro, Universidad del País Vasco. Le sue priorità di ricerca includono Studi per la pace – vale a dire le costruzioni teoriche della pace e studi critici sulla sicurezza – diritti umani e diritto internazionale. È membro del Bloco de Esquerda (BE), di cui è stato ed è deputato eletto all’Assemblea della Repubblica (AR), dal collegio elettorale di Coimbra, è stato capogruppo del Gruppo parlamentare della BE e, nella XIII Legislatura, è uno dei vicepresidenti dell’AR.
Tra le sue ultime pubblicazioni: La protezione internazionale dei diritti umani sulla scia del 21 ° secolo. Bilbao, 2003 – Prima dell’emergenza: prevenzione dei conflitti e media, Bilbao, 2003 – Il patrimonio comune dell’umanità. Verso una legge internazionale di solidarietà?, Porto, 1998 – Linee rosse. Critica della crisi come politica, Lisbona, 2015 – Disobbedire all’Unione Europea, Porto, 2015

Alessia CIRIVEGNA, diciannovenne, studentessa del Liceo Alfieri di Torino, in rappresentanza delle posizioni delle giovani generazioni in relazione a temi come spazi di esprissività giovanili, difficoltà nel dialogo intergenerazionale, libertà, inclusività e impatto della pandemia sui giovani.

 

👉 Si può seguire la diretta sulla pagina Facebook di Generazioni Future:  https://www.facebook.com/generazionifuturerodota
👉 QUI PER TUTTE LE INFO:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su