Ugo MATTEI – Libertà di informazione, di stampa e di espressione

Libertà di informazione, di stampa e di espressione – Forum Tramandare, sabato 17 aprile 2021 10/13:00

Ugo MATTEI, già vicepresidente della Commissione Rodotà e presidente di Generazioni Future, presenterà il Forum intergenerazionale Tramandare, alle ore 10:00.

“Stefano Rodotà metteva in guardia i lettori e, in generale, i cittadini dai rischi delle nuove tecnologie. Spiegava come avrebbero condizionato la stessa vita sociale, i media, l’ informazione, lo status delle persone, la loro aggregazione, i loro orientamenti politici, religiosi, sindacali. Quindi, direttamente le loro libertà costituzionali. Lo stato di sorveglianza è palpabile: magari non è formalizzato ma c’è. L’emergenza per il Covid-19 ha creato eccezioni, velocizzato i tempi, e noi siamo in ritardo nel reagire”.

ATTENZIONE: Per partecipare attivamente al Forum del 17 Aprile occorre compilare il modulo di adesione a questo link: https://forms.gle/4hHN3XrS9nhmsYzr6

Riceverai quindi, via mail, le informazioni di accesso alla piattaforma Zoom (sarà indispensabile entrare in Zoom con il proprio nome e cognome)

👉 Si può seguire la diretta sulla pagina Facebook di Generazioni Future: https://www.facebook.com/generazionifuturerodota

👉 Evento Facebook: https://www.facebook.com/events/988206341919799/

👉 QUI PER TUTTE LE INFO: https://generazionifuture.org/liberta-di-informazione-di-stampa-e-di-espressione-forum-tramandare-sabato-17-aprile-2021/

2 commenti su “Ugo MATTEI – Libertà di informazione, di stampa e di espressione”

  1. Buonasera. Vorrei segnalare uno spiacevole “incidente” che mi è capitato in serata. Essendo socio azionario, mi è giustamente pervenuta, al mio indirizzo di posta elettronica, l’email per prenotarsi al Forum in questione. Il mio indirizzo di posta elettronica è un indirizzo Google. Bene (anzi male), per la prima volta da quando sono diventato socio di Generazioni Future, Google mi ha segnalato un email proveniente dall’indirizzo comitatorodota@gmail.com come spam, senza che io avessi mai segnalato come tale nessuna delle precedenti email provenienti da quell’indirizzo. In breve: Google ha deciso che quella email, a me indirizzata, fosse spam (a prescindere dalla mia opinione) e lo ha giustificato dicendo che al suo interno potevano esserci elementi pericolosi per la mia sicurezza informatica. Voglio ribadire che fino a questa email, tutte le email precedenti provenienti dal medesimo indirizzo non erano state mai giudicate come spam nè da google nè tanto meno da me. Perchè giusto a partire dalla mail per prenotarsi ad un forum che ha come tema “la libertà di informazione, di stampa e di espressione” google si preoccupa della mia sicurezza informatica? Sono ovviamente riuscito a prenotarmi comunque al forum, avendo segnalato a google che da quell’indirizzo non arriva nessuno spam. Con questo messaggio vorrei mettere in guardia tutti quei soci che come me hanno un indirizzo di posta elettronica con google. Ancora una buona serata.

    1. Buongiorno Alessandro.
      Sono il webmaster di “Generazioni Future”. Anche io sono rimasto francamente stupito del modo in cui è arrivata a molti la comunicazione che tu riporti. Sono da sempre contrario alle modalità con cui i server di posta classificano le email e di come vengono individuati gli “spammer”. Diceva Andreotti “A pensare male degli altri si fa peccato, ma spesso si indovina”. Cominciamo ad interrogarci tutti su quale arma hanno in mano coloro che, con un semplice tocco di mouse potrebbero mandare in “SPAM” ad esempio i messaggi contenenti “MORATORIA” AND “5G”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su