SALUTE PUBBLICA E GLOBALE BENI COMUNI – La sfida delle generazioni presenti

ATTENZIONE, PER PARTECIPARE al Forum del 12 dicembre riempi il modulo di adesione a questo link:
https://bit.ly/2VT4dZJ

Il terzo appuntamento con il Forum intergenerazionale TRAMANDARE si terrà  SABATO 12 DICEMBRE, su piattaforma Zoom, dalle 10 alle 12,45: “Salute Pubblica e Globale: la sfida delle generazioni presenti” sarà discusso da:

  • Nerina DIRINDIN,  professoressa all’Università di Torino e già Senatrice nella XVII Legislatura; autrice del libro “Tutta salute, in difesa della sanità pubblica”.
  • Ferdinando LAGHI, Presidente di ISDE, Associazione Internazionale dei Medici per l’Ambiente
  • Angela SCHUSTER, ricercatrice all’Istituto di Medicina Generale, Ospedale Universitario Charité, Berlino (Germania)

> con la moderazione di Gilda FARRELL.

TRAMANDARE termina gli incontri del 2020 con questa tematica dato che:

  • Se il Covid 19 ha messo a nudo la fragilità del Servizio Sanitario Nazionale, il progressivo impoverimento della sanità pubblica arriva da lontano. Una tale scelta, sovente presentata ai cittadini come derivante da mancanze di risorse economiche, è stata difatti guidata da configurazioni di interessi favorendo approcci privatistici e di monopolio. Il concetto di accesso alla salute come diritto universale si svanisce dal vocabolario politico e con questo la responsabilità inderogabile, in democrazia, di assicurare l’accessibilità alle persone più fragili. Con questo Forum si discuterà delle scelte che hanno condotto alla condizione precaria della salute pubblica con le relative conseguenze per le generazioni presenti e future.
  • Nella prospettiva dei beni comuni, la salute pubblica integra anche un’attenta valutazione del degrado ambientale, allertando sul doppio rischio: farmaci che hanno effetti negativi sull’ambiente e ambienti contaminati che danneggiano la salute di tutte le specie viventi.  Questa singolarità dei nostri tempi fa sì che elaborare una visione complessiva della salute, piuttosto che puntare ad una medicina d’intervento specifico, indifferente allo spreco e all’impatto sulla natura, sia urgente.  Il Forum privilegerà un approccio che introduca concetti e pratiche cittadine volti a considerare la salute non solo come diritto individuale ma come diritto e attribuzione collettiva, generativo di legami umani e con la natura.
  • Di fatti, la salute globale è stata pensata come un nuovo paradigma aprendo ad un approccio sistemico che dia pieno significato ad una concezione della salute come stato condiviso di benessere e come diritto umano fondamentale, nel quale salute e malattia risultano non solo da processi biologici ma anche economici, diseguaglianza/povertà, e da condizioni ambientali. Con il Forum si cercherà il confronto su come ideare architetture anche di prossimità, di prevenzione e cura integrando giustizia sociale, economica, ambientale.

PROGRAMMA

Ore 10:00:  Breve sintesi e lezioni del Forum precedente, Ugo Mattei
Ore 10.10:  Breve introduzione della tematica e dei partecipanti, Gilda Farrell

Ore 10.15:  Difendere la salute pubblica come bene comune: il ruolo delle istituzioni e dei cittadini, Nerina Dirindin
Ore 10.25:  Creare un nuovo paradigma di salute pubblica, integrando l’impatto ambientale, Ferdinando Laghi

Ore 10.35 Nessi tra salute globale e pubblic: implicazioni concrete del concetto di salute globale in termini di organizzazione della salute pubblica, Angela Schuster

Ore 10.45: Interazione col pubblico

Ore 11.15: Quali strutture istituzionali e di partecipazione cittadina contribuirebbero ad ancorare il paradigma di salute globale, proteggendo anche i diritti delle generazioni future?   Nerina Dirindin, Ferdinando Laghi e Angela Schuster

Ore 12.00: Interazione col pubblico
Ore 12.45: Chiusura

 

ATTENZIONE: PER PARTECIPARE al Forum del 12 dicembre

INFORMAZIONI E CONDIVISIONE

programma salute pubblica e globale 12122020

Rispondi

Torna su